Il MegafonoIn EvidenzaNews

Attentato ai gasdotti: per scoprire il colpevole segui le assicurazioni

Riccardo Sabbatini
Riccardo Sabbatini

Si è trattato di un atto di guerra, non di terrorismo, e pertanto non è risarcibile. È in sintesi – ha riferito Reuters in questi giorni – quanto i Lloyd’s hanno esposto in una memoria presentata all High Court di Londra nella causa che li vede opposti a Nord Stream Ag, la società dei due gasdotti colpiti da attentati nel 2022. L’interruzione di forniture di gas provenienti da Nord Stream 1 e Nord Stream 2 ha provocato in Europa una crisi energetica e un’impennata nei costi del gas con le conseguenze che ben conosciamo. Chi dovremmo ringraziare? Nord Stream Ad, società svizzera il cui 51% fa capo al gigante petrolifero russo Gasprom – il resto dell’azionariato è diviso tra alcune importanti società occidentali – ha chiesto risarcimenti per $ 400 milioni alle due compagnie capofila delle coperture assicurative: Lloyd’s e Arch Insurance. I danni causati da atti di guerra non sono generalmente risarciti dagli assicuratori a differenza di quelli causati da atti di terrorismo (con coperture ad hoc). Per i Lloyd’s non ci sono dubbi. Quegli attentati si configurano come atti di guerra. Se questa ricostruzione fosse confermata dall’High Court si passerebbe alla domanda successiva. Chi tra Ucraina e Russia, impegnati dal 2022 in un duro conflitto, deve essere ritenuto responsabile? La memoria dei Lloyd’s non lo dice ma la risposta, a quel punto, dovrebbe essere scontata considerati i danni che la Russia ha subito per effetto di quegli attentati. “L’uomo può credere all’impossibile – diceva Oscar Wilde – non crederà mai all’improbabile”.

E forse qualche domanda potrebbe essere rivolta a chi ci ha lasciato al freddo per un inverno.

a cura di Riccardo Sabbatini

Leggi anche Attentati a Nord Stream 1 e 2

Articoli correlati
EsteroNews

Francia: a rischio di inassicurabilità quanti abitano nelle zone più a rischio di catastrofi

I francesi delle aree più esposte al clima rischiano di non potersi più assicurare in caso di…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Clima: necessarie appropriate coperture assicurative per accelerare la transizione energetica

Il mercato assicurativo per le nuove infrastrutture energetiche raggiungerà i $10-15 miliardi entro…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Raccolta assicurativa globale: nel 2023 incremento mai così alto dal 2006

Pubblicato lo “Allianz Global Insurance report” da cui risulta che i premi sono stati pari a €…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.