In EvidenzaNews

Maria Bianca Farina: “Serve un Commissario Europeo per le assicurazioni”

Attualmente sono ben 14 le Direzioni generali che a Bruxelles hanno competenza sul settore assicurativo, spesso senza alcun coordinamento tra loro. Nel panorama europeo delle assicurazioni, si avverte la necessità di una figura che faccia da supervisore sui diversi organismi, in modo da rendere meno tortuoso il percorso che porta all’introduzione di nuovi provvedimenti legislativi. La presidente dell’Ania Maria Bianca Farina, intervenuta alla decima edizione del Rome Investment Forum, organizzato da FeBaf, la federazione italiana che raccoglie banche, assicurazioni e le associazioni di intermediari del mondo della finanza, ha sollevato il problema, spiegando: “Abbiamo proposto la figura di un Commissario europeo che abbia come responsabilità primaria la supervisione su tutta la legislazione e i regolamenti sul settore assicurativo e svolga anche un lavoro di coordinamento orizzontale su quanto viene deciso, perchè la competenza assicurativa non è concentrata e si divide tra le varie direzioni generali”, con il rischio di veder adottare provvedimenti “non legati ad una visione comune”.

Infatti, è accaduto in passato che i singoli provvedimenti normativi adottati non fossero tra loro omogenei, portando a incongruenze che hanno finito per complicare la tutela del consumatore, che resta sempre il primo obiettivo, e anche la crescita e l’innovazione in ambito assicurativo.

L’introduzione di un Commissario Europeo dedicato alle tematiche assicurative potrebbe sincronizzare le deliberazioni dei vari ministeri, assicurando coerenza tra le norme adottate.

Sul grande tema degli eventi catastrofali, Maria Bianca Farina ha detto che l’Ania ha messo a punto uno schema di pool per la riassicurazioni dei rischi catastrofali. L’ultima legge di Bilancio “obbliga le imprese ad assicurarsi contro i rischi catastrofali e il settore assicurativo deve offrire queste coperture con ruolo di garanzia alla Sace per una quota dei danni pagati”. La mutualizzazione dei rischi li diversifica e rende più efficiente il mercato, senza intaccare la concorrenza tra le compagnie. “Ogni compagnia fa i suoi prezzi”, ha aggiunto Farina che ha specificato come i progetto debba ancora essere condiviso e vada ancora discusso con Governo, Autorità e Sace.

Nel corso del suo intervento Fabio Cerchiai, il presidente della Federazione banche, assicurazioni e finanza (FeBaf), ha detto che per rilanciare l’economia italiana e gli investimenti, “non esistono alternative percorribili a una solida e costruttiva alleanza tra pubblico e privato”.

Se è vero che i grandi progetti hanno bisogno di tempo, “è altrettanto vero che questo non può essere l’eternità”, ha aggiunto Cerchiai. “Oggi nel nostro Paese abbiamo urgente bisogno di una strategia organica di crescita e dobbiamo attuarla con un’alleanza concreta e strategica tra Pubblico e Privato. Un’alleanza necessaria per scavalcare gli steccati ideologici ancor oggi esistenti e superare trent’anni di sostanziale immobilismo economico, in modo da rilanciare, pur in un contesto di stringenti vincoli di bilancio, la competitività e uno sviluppo duraturo e sostenibile”.

Cerchiai ha aggiunto che il benessere della comunità dovrebbe costituire l’obiettivo primario di tutti, sia del sistema pubblico che del settore privato. Occorre quindi che “il Pubblico prenda finalmente atto che le risorse di cui dispone e ancor più di quelle che avrà in futuro a disposizione non saranno sufficienti a finanziare le riforme necessari. Da parte sua, il Privato deve intendere che senza il realizzarsi di queste riforme indispensabili per mantenere e magari accrescere un diffuso benessere della comunità in cui viviamo e vivremo, non vi sarà spazio per una redditività adeguata e sostenibile nel tempo”. Infine, “una responsabile, adeguata e strutturale politica di incentivazione fiscale per il risparmiatore, magari sostenuta da un ponderato e ragionevole sistema di garanzie pubbliche per l’investitore, può permettere di conseguire risultati economicamente premianti e soprattutto socialmente significativi e duraturi”.

a cura di Vincenzo Giudice

Foto in copertina: Maria Bianca Farina, Presidente dell’Ania

Articoli correlati
News

La Valigia Assicurata®: la soluzione di Sara Assicurazioni che protegge le valigie Carpisa

Sara Assicurazioni stringe partnership con Carpisa La Valigia Assicurata® è la soluzione…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Germania: perdite assicurative fino a €3,9 miliardi per le recenti alluvioni

La stima di Verisk molto più alta di quella comunicata dall’associazione tedesca delle compagnie…
Leggi di più
EsteroNews

USA: accordo Stellantis-Bolt per fornire coperture assicurative

Attraverso l’intesa con la insurtech, il percorso di acquisto dell’assicurazione auto sarà…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.