In EvidenzaNews

OnValue: l’intelligenza artificiale al servizio di una gestione attiva della rete vendita

Innovazione, intelligenza artificiale, e cambiamento, sono i termini più ricorrenti nel mondo delle polizze, presidiato da un numero crescente di insurtech che guardano allo sviluppo del business muovendosi a supporto degli intermediari.

Utilizzare l’intelligenza artificiale e le tecnologie innovative per una gestione attiva della rete vendita, rendendo il processo di valutazione del rischio più accurato, efficiente e personalizzato”, è l’idea da cui prende origine OnValue, spiega Riccardo Scanni, Co-Founder & CSO della società.

OnValue propone una soluzione digitale avanzata che sfrutta dati provenienti da fonti diverse e algoritmi sofisticati per valutare il rischio in modo più preciso, “consentendo alle compagnie assicurative, alle agenzie e ai broker, di prendere decisioni informate sulla strategia di mantenimento e sviluppo della propria rete distributiva”.

Nello specifico la società mette a disposizione soluzioni tecnologiche avanzate per il monitoraggio e lo sviluppo delle reti distributive. “OnValue offre strumenti e una soluzione software SaaS che permettono alle imprese assicurative, agenzie e broker di analizzare e monitorare il comportamento della propria rete in tempo reale. Questo monitoraggio – precisa Scanni – si basa su dati accurati e dettagliati raccolti negli anni da diverse fonti”.

Per una realtà come OnValue entrare a far parte di Vittoria hub in qualità di partner è stato estremamente importante, in quanto “ci ha offerto l’opportunità di accedere a una vasta rete di esperti del settore assicurativo, nonché di condividere conoscenze e best practice con altre aziende innovative”, afferma Scanni, che poi aggiunge: “In particolare, abbiamo potuto beneficiare dell’expertise consolidata di Vittoria hub nel settore insurtech, che ci ha permesso di affinare e migliorare le nostre soluzioni tecnologiche in linea con le esigenze e le sfide specifiche del mercato. La collaborazione con Vittoria hub ci ha anche fornito importanti spunti per presentare le nostre soluzioni alle compagnie assicurative e per stabilire relazioni strategiche con potenziali partner e clienti”.

Secondo il report dell’osservatorio Fintech & Insurtech del Politecnico di Milano, nel 2024 le partnership tra compagnie e start-up aumenteranno del 50% rispetto all’anno precedente. Secondo Scanni la velocità del progresso tecnologico è un fenomeno ormai riconosciuto e “le compagnie non possono affidarsi esclusivamente alle proprie risorse interne per ricerca e sviluppo. È essenziale aprire le porte alla condivisione di conoscenze, progetti e risorse, poiché lavorare insieme porta a risultati migliori. Quello che prevediamo è un incremento della qualità delle proposte innovative. Negli anni abbiamo visto molte repliche dove l’innovazione occupava solo poche fasi della filiera assicurativa”.

Si chiama Nova l’ecosistema che agisce come un Quality Advisor messo a disposizione da OnValue a tutte le strutture con una rete distributiva: “Offre informazioni dettagliate sui modelli comportamentali di tutti gli intermediari assicurativi”, precisa Scanni. “Noi poniamo particolare attenzione anche agli iscritti in E, protagonisti della filiera e del rapporto con i clienti finali. Valorizzando queste figure e contrastando soggetti che minacciano la loro integrità, creiamo un ecosistema sano, pronto a fornire informazioni strategiche anche ad agenti e broker. Il modello Nova è già utilizzato da intermediari che dispongono una rete vendita significativa, soprattutto da MGA e broker. Con un approccio incentrato sulla qualità dell’intermediario, riduciamo i rischi di frode per compagnie e broker, promuovendo un ambiente fiduciario in cui gli intermediari possono stabilire rapporti duraturi con i loro clienti”.

Fiducia è la parola chiave. Secondo Scanni, attraverso un monitoraggio attento della rete e interventi preventivi contro soggetti che potrebbero rappresentare un rischio per la filiera, il modello Nova mira a favorire l’iscrizione di nuovi professionisti al registro RUI, offrendo loro un’opportunità di lavoro in un ambiente sano che porta valore ai clienti finali.

Guardando al futuro, il prossimo obiettivo di OnValue è legato, come per tutte le insurtech, alla raccolta fondi, “destinati a sostenere lo sviluppo tecnologico, l’espansione del team e l’ingresso nei mercati europei. OnValue sta cercando investitori quali venture capital, business angel e attori del settore assicurativo che credono nel modello di business e sono interessati a entrare in società per supportare la crescita e l’espansione. Inoltre, cerchiamo attivamente collaborazione con compagnie, broker e grandi realtà agenziali che desiderano migliorare la gestione della propria rete distributiva”.

In un settore complesso come il mondo delle polizze, il tocco umano, l’esperienza professionale di un agente o un broker continuano a fare la differenza. La scossa tellurica della transizione digitale si è avvertita, ha fatto tremare i vetri della struttura ma, conclude Scanni, “nonostante la crescente digitalizzazione, il ruolo degli agenti e dei broker rimane essenziale per la distribuzione delle polizze assicurative, basti citare report Ivass del 2022 che conferma che le polizze intermediate sono il 95% circa del mercato. La complessità delle polizze, insieme alla necessità di consulenza personalizzata e alla fiducia instaurata attraverso il rapporto diretto con un professionista, sono fattori che continuano a favorire il ruolo degli intermediari. L’Insurtech può davvero avere successo supportando gli intermediari anziché cercare di sostituirli. Invece di essere una alternativa, può essere un valido alleato nell’ottimizzare il loro lavoro, migliorare l’esperienza del cliente e aumentare l’efficienza operativa”.

a cura di Vincenzo Giudice

Leggi anche Deloitte: intelligenza artificiale decisiva nell’evoluzione del settore assicurativo

Articoli correlati
EsteroNews

Australia: le tempeste estive 2023-2024 hanno generato perdite assicurate per oltre 1,6 miliardi di dollari australiani

L’estate 2023-24 ha visto una serie di eventi meteorologici estremi lungo la costa orientale…
Leggi di più
EsteroNews

Marsh: le estorsioni informatiche hanno raggiunto livelli record in Usa e Canada nel 2023

La percentuale di clienti che nel 2023  ha segnalato almeno un evento informatico è variata tra il…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: la spesa sanitaria è arrivata a $4800 miliardi nel 2024

Rispetto al Pil la quota degli oneri per la salute è giunta al 17,3% nel 2022 e dovrebbe giungere…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.