In EvidenzaNews

Swiss Re: con l’utilizzo di Intelligenza Artificiale è il settore sanitario quello più vulnerabile

Logo Swiss Re

Il crescente utilizzo dell’Intelligenza Artificiale non porta solo benefici, ma apre le porte anche a nuovi rischi. Secondo uno studio di Swiss Re che comparando dati storici e trend attuali ha esaminato i pericoli derivanti dal maggiore uso dell’AI in dieci diversi settori industriali diversi, il settore maggiormente colpito dagli effetti negativi dell’AI sarà il settore sanitario, minacciato dall’utilizzo distorto dei dati, algoritmi errati, bias cognitivi e attacchi informatici. In seconda posizione, alle spalle della sanità, lo studio di Swiss Re indica il settore “mobilità e trasporti” seguito dal comparto “energia e utilities”.

Le compagnie assicurative stanno cominciando a introdurre coperture specifiche per i rischi legati all’uso dell’AI e se al momento il settore informatico è il più colpito, in futuro il maggiore uso di tale tecnologia cambierà radicalmente la situazione”, afferma Christoph Nabholz, chief research & sustainability officer di Swiss Re. “Il settore sanitario e farmaceutico è quello che utilizzerà sempre più l’intelligenza artificiale per ottimizzare funzioni quali amministrazione, monitoraggio dei pazienti, diagnosi o sviluppo di farmaci. E questo comporta una maggiore esposizione ai rischi quali, per esempio, diagnosi errate, con conseguenti malattie gravi curate male fino ad arrivare a perdere la vita”. Come già accennato, al secondo posto della classifica dei rischi futuri legati all’uso dell’AI c’è quello “mobilità e trasporti”, soprattutto a causa dell’uso della guida connessa e automatizzata alimentata dall’AI, che pone delle sfide in contesti urbani molto diversi. Sul terzo gradino del podio “energia e utility”, altro settore che utilizzerà ampiamente l’AI, soprattutto perché la transizione a zero emissioni in corso richiede l’elettrificazione e la creazione di reti intelligenti.

I vantaggi dell’AI sono enormi, come lo sono le potenziali vulnerabilità” aggiunge Pravina Ladva, group chief digital & technology officer di Swiss Re. “Dato il suo ruolo di ammortizzatore, il settore riassicurativo ha un ruolo importante nell’affrontare i nuovi rischi e contribuire a costruire la fiducia digitale necessaria per sfruttare appieno il potenziale di queste tecnologie emergenti”.

Leggi anche Deloitte: intelligenza artificiale decisiva nell’evoluzione del settore assicurativo

Articoli correlati
News

La Valigia Assicurata®: la soluzione di Sara Assicurazioni che protegge le valigie Carpisa

Sara Assicurazioni stringe partnership con Carpisa La Valigia Assicurata® è la soluzione…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Germania: perdite assicurative fino a €3,9 miliardi per le recenti alluvioni

La stima di Verisk molto più alta di quella comunicata dall’associazione tedesca delle compagnie…
Leggi di più
EsteroNews

USA: accordo Stellantis-Bolt per fornire coperture assicurative

Attraverso l’intesa con la insurtech, il percorso di acquisto dell’assicurazione auto sarà…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.