In EvidenzaNews

Presentata l’edizione 2024 del Global Risks Report, edito dal World Economic Forum

In occasione dell’evento del 28 maggio 2024 “Global Risks alla prova dei fatti: Mid-Year Check Point”, organizzato dai business italiani di Marsh e Mercer, si è svolto un approfondimento sull’attuale panorama globale e sulle sfide del prossimo futuro, sulla base dei risultati dell’edizione 2024 del Global Risks Report, edito dal World Economic Forum con il contributo attivo di Marsh McLennan e Zurich, che offre un’analisi completa dei rischi più significativi, e sempre più interconnessi, che il mondo si trova ad affrontare. Sono i rischi legati alla disinformazione e alla manipolazione delle informazioni che, in un’ottica di breve periodo, risultano preoccupare maggiormente i manager delle aziende che si occupano di gestione del rischio.

Andrea Bono, ceo di Marsh McLennan Italy & Eastern Mediterranean, ha spiegato – riferisce Radiocor – che i rischi legati alla disinformazione e alla manipolazione dell’informazione preoccupano soprattutto perché tra “il 2024 e il 2025 andranno a votare circa 3 miliardi di persone”. Un’intensa stagione elettiva iniziata a metà aprile in India, dove le procedure si concluderanno a metà giugno, mentre fra una settimana gli elettori europei saranno chiamati a rinnovare le rappresentanze di Bruxelles. A novembre, sarà la volta delle elezioni negli Stati Uniti.

Guardando invece sul lungo periodo, i rischi maggiormente avvertiti continuano a essere quelli di natura ambientale e sulle conseguenze “che si registreranno senza adottare misure adeguate per mitigare il climate change”. Bono ha inoltre sottolineato come in Italia la percezione dell’andamento dell’economia sia migliorata rispetto ai mesi scorsi, mentre il rettore della Bocconi, Francesco Billari, ha invitato a riflettere anche sul tema della demografia, come rischio di lungo periodo. In Italia, in particolare, le migrazioni stanno mettendo a freno il calo demografico, che ormai va avanti dal 2000, ultimo anno in cui il numero delle nascite ha uguagliato quello delle morti. Il contesto di rischio è molto complesso e pieno di insidie per le aziende che devono progettare le proprie strategie.

Chiara Maruccio, chief financial officer di Sace, ha ricordato il ruolo svolto da Sace che, attualmente, affianca circa 50mila aziende nell’export e nella crescita interna, aiutandole “nelle rotte internazionali dell’esportazione, in modo non solamente da aprire la strada all’incremento della competitività del nostro Paese, ma anche per tenere sotto controllo il rischio geopolitico, in virtù della presenza in numerose aree del mondo”.

Federico Zoppas, ceo dell’omonima società di elettrodomestici, ha detto che “un processo di diversificazione geografica aiuta: per quanto ci riguarda essere in tutti i continenti ci ha dato una certa tranquillità e ci ha convinti a lavorare molto nella solidificazione della supply chain. Nonostante le varie crisi vissute dal 2000 a oggi, la presenza globale ci ha permesso vivere con maggiore serenità”.

Alessia Carnevale, chief risk officer di Nexi ha invitato a porre attenzione sul rischio frodi, mentre Francesca Manili Pessina, human resource officer di Sky, ha posto l’attenzione sulla formazione dei dipendenti e sul confronto con le intelligenze artificiali. Infine, secondo il ceo di Reno de Medici, Michele Bianchi, informazione e disinformazione sono cruciali anche nelle strategie di sostenibilità. “Occorrerebbe far capire l’importanza del riciclo e la differenza con il riuso, occorrerebbe far capire bene come l’uso delle risorse possa far del bene per creare maggiore sensibilità in un mondo in cui ciò che è sempre più determinante è il prezzo dei prodotti”.

Leggi anche Global Risks Report 2022: crisi climatica e sociale dominano i rischi globali

Articoli correlati
EsteroNews

Australia: le tempeste estive 2023-2024 hanno generato perdite assicurate per oltre 1,6 miliardi di dollari australiani

L’estate 2023-24 ha visto una serie di eventi meteorologici estremi lungo la costa orientale…
Leggi di più
EsteroNews

Marsh: le estorsioni informatiche hanno raggiunto livelli record in Usa e Canada nel 2023

La percentuale di clienti che nel 2023  ha segnalato almeno un evento informatico è variata tra il…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: la spesa sanitaria è arrivata a $4800 miliardi nel 2024

Rispetto al Pil la quota degli oneri per la salute è giunta al 17,3% nel 2022 e dovrebbe giungere…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.