News

È sempre l’auto il mezzo di trasporto preferito dagli italiani

L’auto privata è sempre il mezzo di trasporto preferito, con quasi 3 italiani su 4 che l’utilizzano in maniera ricorrente. Nonostante le difficoltà economiche l’auto viene considerato il mezzo di trasporto più pratico e flessibile, soprattutto per gli usi lavorativi e misti. È quanto emerge dall’indagine annuale sulla mobilità nel nostro Paese condotta da Aniasa (l’associazione che all’interno di Confindustria rappresenta il settore dei servizi di mobilità) e Bain & Company.

Una delle componenti della ripresa della mobilità sulle strade nel post-pandemia è che il lavoro da remoto si è stabilizzato su una media di 1,6 giorni alla settimana. Gli spostamenti per motivi di business rimangono, quindi, una componente importante della mobilità quotidiana. In questo scenario ibrido di flessibilità e adattabilità, i mezzi di trasporto sono cruciali.

L’incertezza economica incide sui comportamenti delle famiglie. L’attesa di un calo dei prezzi delle auto (auspicato dal 26% del campione, il 5% in più rispetto al 2020) e il timore per problemi di reddito presenti o futuri (segnalati dal 30%) rendono l’acquisto di un’auto un investimento sempre più impegnativo e rischioso che si tende a rinviare.

In questa situazione, gli incentivi governativi e gli sconti sono considerati dal 75% degli intervistati, condizione fondamentale per pensare di cambiare la propria auto, a dimostrazione di quanto siano importanti per il mercato automobilistico le politiche di sostegno economico.

L’entrata in vigore dei nuovi eco-incentivi e il quasi contestuale loro esaurimento per le vetture elettriche, evidenzia come esista anche in Italia una crescente domanda per i veicoli elettrici; questa chiaramente necessita, come del resto in tutta Europa, di incentivi diretti o fiscali”, ha commentato il presidente Aniasa Alberto Viano. “Ai consumatori e alle aziende servirebbe una nuova e stabile politica fiscale sull’auto che riduca o azzeri il gap rispetto al resto d’Europa sui costi di mobilità. Gli incentivi, così come erogati oggi, hanno sicuramente accelerato la transizione, ma hanno anche creato tensioni temporanee sulla domanda di vetture e poca prevedibilità per i consumatori e gli operatori di mercato”.

L’indagine conferma, una volta ancora, quanto fanno fatica ad affermarsi le vetture green, “alla spina”. I consumatori sono scoraggiati all’acquisto dalle difficoltà legate alla ricarica (segnalate dal 52% del campione) e dalla percezione di scarsa sicurezza (20% degli intervistati e +16% rispetto al 2020) delle vetture elettriche.

Dall’analisi di Aniasa emerge anche l’aumento della propensione per le auto cinesi e asiatiche, con la percentuale di italiani che prende in considerazione un brand cinese per la sua nuova auto, salita in un anno dal 17% al 25%, soprattutto grazie al loro prezzo competitivo.

Gli italiani continuano a considerare l’auto come un bene fondamentale per la propria mobilità quotidiana, nonostante le crescenti sfide economiche e ambientali”, afferma Gianluca Di Loreto, partner di Bain & Company. “Stiamo osservando uno spostamento significativo nel mercato, con una maggiore apertura verso i veicoli cinesi e asiatici, che offrono qualità e innovazione a prezzi competitivi. È evidente come i consumatori italiani stiano diventando sempre più aperti a nuove opzioni. Tuttavia, per capitalizzare questa tendenza, sarà cruciale per i produttori cinesi e asiatici continuare a migliorare la loro reputazione in termini di affidabilità e servizio post-vendita, affrontando le preoccupazioni dei consumatori”.

Leggi anche Aniasa: inclusione del noleggio negli incentivi, una spinta verso la transizione ecologica

Articoli correlati
EsteroNews

Usa: Beryl non ha avuto un impatto tale da cambiare la direzione del mercato nat cat, dice WSJ

La società di rating AM Best ha osservato in un rapporto che il recente “hard market” della…
Leggi di più
Il MegafonoIn EvidenzaNews

L’ostacolo all’innovazione assicurativa? Sono le regole

Riccardo Sabbatini Normalmente, quando ci si interroga sulla mancanza di innovazione (spesso anche…
Leggi di più
EsteroNews

GB: le polizze di Direct Line andranno sui comparatori web

Finora la compagnia ha sempre venduto i contratti del suo marchio principale soltanto sul proprio…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.