EsteroNews

GB: Prudential avvia buyback da $2 miliardi

Il gruppo assicurativo britannico Prudential ha annunciato che riacquisterà azioni per un valore di 2 miliardi di dollari, fiducioso di poter raggiungere dei suoi obiettivi finanziari per i prossimi tre anni. Lo scrive The Times nel precisare che la compagnia, che ha ormai focalizzato sull’Asia il suo business, ha già avviato la prima tranche da 700 milioni di dollari del programma di riacquisto. L’annuncio ha avuto un immediato riscontro in borsa dove le azioni di Prudential hanno avuto uno scatto all’insù del 5,5 per cento.

“Continueremo a dare priorità agli investimenti in nuove attività organiche con rendimenti interessanti e al miglioramento delle nostre capacità – ha sottolineato Anil Wadhwani, ceo del gruppo – mentre eseguiamo la nostra strategia. I progressi verso i nostri obiettivi finanziari aumenteranno il potenziale di ulteriori rendimenti in contanti per gli azionisti”.

La politica dei dividendi di Prudential è rimasta invariata e il board prevede ancora di aumentare il dividendo annuale del gruppo tra il 7% e il 9% quest’anno.

Wadhwani ha spiegato che la società ha sovraperformato dopo la riapertura il confine tra Hong Kong e la Cina continentale avvenuta lo scorso anno e che il gruppo ha fiducia nella crescita del proprio business per l’intero anno e nella capacità di raggiungere gli obiettivi per il 2027.

Il riacquisto di azioni di Prudential avviene in un momento in cui i buyback hanno subito un rallentamento a livello globale, con le aziende che hanno preferito ripagare il debito per evitare costi di finanziamento più elevati. Secondo una ricerca della società di gestione patrimoniale Janus Henderson Investors, lo scorso anno il valore globale dei riacquisti di azioni proprie è sceso di 181 miliardi di dollari, attestandosi a 1,11 trilioni di dollari, ovvero un calo del 14%. Nel Regno Unito i riacquisti di azioni proprie sono diminuiti del 2,6% a 64,2 miliardi di dollari, con Shell, BP, British American Tobacco e Lloyds Banking Group che hanno ridotto i loro acquisti di azioni.

Ma questo, a giudizio di Redwheel che gestisce un patrimonio di circa $17,9 miliardi, sarebbe il momento migliore per effettuare i riacquisti prendendo vantaggio dalle basse valutazioni delle azioni del Regno Unito. Scottish Mortgage Investment Trust, HSBC, Standard Chartered, Legal & General, Tesco e Sainsbury’s hanno già annunciato buyback per quest’anno.

“Incontrare i ceo delle società in cui investiamo – ha rimarcato Ian Lance, gestore di fondi presso Redwheel – è stata un’esperienza piuttosto deprimente negli ultimi anni poiché molti ritengono di stare facendo un ottimo lavoro nella gestione delle loro attività e tuttavia continuano a guardare il calo del prezzo delle loro azioni. Il nostro consiglio è stato quello di non prendere sul personale il basso prezzo delle azioni, ma piuttosto di utilizzarlo a vantaggio degli azionisti della società riacquistando azioni a valutazioni inferiori”. Sarebbe stata strana una dichiarazione contraria. I fondi d’investimento sono sempre a favore dei buyback e la reazione della borsa all’annuncio di Prudential ne è una conferma.

Leggi anche GB: Prudential svolgerà per la prima volta ad Hong Kong il suo meeting annuale con gli azionisti

Articoli correlati
EsteroNews

Usa: Beryl non ha avuto un impatto tale da cambiare la direzione del mercato nat cat, dice WSJ

La società di rating AM Best ha osservato in un rapporto che il recente “hard market” della…
Leggi di più
Il MegafonoIn EvidenzaNews

L’ostacolo all’innovazione assicurativa? Sono le regole

Riccardo Sabbatini Normalmente, quando ci si interroga sulla mancanza di innovazione (spesso anche…
Leggi di più
EsteroNews

GB: le polizze di Direct Line andranno sui comparatori web

Finora la compagnia ha sempre venduto i contratti del suo marchio principale soltanto sul proprio…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.