EsteroIn EvidenzaNews

Trend: potrebbe essere in arrivo una nuova fase soft per il mercato danni

Il mercato assicurativo danni mondiale potrebbe essere vicino ad un cambio di rotta. Se la performance del mercato riassicurativo nell’intero anno 2024 sarà simile agli eccellenti rendimenti generati nel 2023 “ci sarà inevitabilmente un allentamento della pressione nel 2025”. La previsione – scrive Artemis – è del CEO di Gallagher Re, Tom Wakefield che ha messo in evidenza alcuni trend del mercato. Il capitale riassicurativo è aumentato, aiutato dagli utili generati dai riassicuratori e dai rendimenti generati dalle strategie di titoli assicurativi (ILS), che hanno contribuito ad aumentare la pressione sui prezzi nella stagione di rinnovo di metà anno 2024. “Questo mercato più confortevole per gli acquirenti è stato sostenuto da una crescente offerta di capitale per soddisfare la domanda poiché i bilanci dei riassicuratori si sono ampliati sulla scia dei forti risultati del 2023 e del primo trimestre del 2024.”

I fattori che hanno guidato la performance molto forte del 2023 e i rendimenti nella sottoscrizione e negli investimenti di riassicurazione hanno “creato un mercato più favorevole per gli acquirenti, poiché c’è capitale sufficiente per soddisfare la domanda”, ha affermato Gallagher Re. Oltre al tradizionale recupero del capitale dei riassicuratori, a contribuire al miglioramento della situazione è stato anche l’accumulo di capitale delle ILS (Insurance linked securities) i bond che coprono rischi assicurativi e che rappresentano una forma alternativa di riassicurazione.

Alla fine del 2023 il capitale riassicurativo alternativo nel settore danni è aumentato dell’11,5% raggiungendo un nuovo massimo storico di 107 miliardi di dollari.

In occasione dei rinnovi di metà anno della riassicurazione, grazie a questo accumulo di capitale, Gallagher Re ha affermato che “gli acquirenti di assicurazioni contro le catastrofi property sono stati in grado di negoziare termini e condizioni migliori sui loro contratti di riassicurazione grazie all’approccio “risk on” adottato dai riassicuratori”. In questo contesto i riassicuratori sono stati più disposti ad adeguare i premi piuttosto che la struttura dei contratti.

L’andamento dei sinistri catastrofali e delle perdite assicurative dall’inizio dell’anno, sebbene non sufficientemente significativi da erodere i livelli di capitale, sono stati però sufficienti a rafforzare la determinazione dei riassicuratori. ”Le perdite inaspettate causate dalle inondazioni negli Emirati Arabi Uniti, nella Germania meridionale e in Brasile nel secondo trimestre del 2024 hanno rafforzato la disciplina dei riassicuratori nel trattenere il rischio, senza alcun segno di flessibilità”.

Come il suo rivale Aon, anche Gallagher Re ha notato che c’è stato un aumento della domanda a metà anno, inclusa una domanda extra tra i 3 e i 5 miliardi di dollari di domanda per la riassicurazione contro le catastrofi nella sola Florida.

Le previsioni per una stagione degli uragani molto attiva non hanno influenzato molto l’appetito dei riassicuratori, ma il broker ha affermato che alcuni fornitori di ILS “hanno moderato il loro appetito per l’esposizione alla catastrofe negli Stati Uniti e nei Caraibi”.

Leggi anche USA: Prospettive favorevoli del mercato danni dopo il miglior primo trimestre

Articoli correlati
EsteroNews

Usa: Beryl non ha avuto un impatto tale da cambiare la direzione del mercato nat cat, dice WSJ

La società di rating AM Best ha osservato in un rapporto che il recente “hard market” della…
Leggi di più
Il MegafonoIn EvidenzaNews

L’ostacolo all’innovazione assicurativa? Sono le regole

Riccardo Sabbatini Normalmente, quando ci si interroga sulla mancanza di innovazione (spesso anche…
Leggi di più
EsteroNews

GB: le polizze di Direct Line andranno sui comparatori web

Finora la compagnia ha sempre venduto i contratti del suo marchio principale soltanto sul proprio…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.