EsteroNews

GB: il governo laburista potrebbe aumentare le tasse sulla sanità privata

Il Labour Party potrebbe tassare l’assistenza sanitaria privata e l’istruzione per raccogliere milioni per il servizio sanitario nazionale. Lo scrive The Telegraph sostenendo che, in seguito alla preannunciata vittoria alle elezioni in programma per oggi in Gran Bretagna, il partito laburista potrebbe rilanciare la promessa di Jeremy Corbyn del 2017 di aumentare un’imposta nota come tassa sui premi assicurativi (IPT). L’indiscrezione, per la verità, è accreditata dall’ex primo ministro conservatore Boris Johnson secondo cui l’attacco alla sanità privata sarà nell’agenda del partito laburista sotto il governo di Keir Starmer che tutti i sondaggi danno per vincente.

Gli esperti accreditati dal giornale hanno affermato che gli aumenti delle tasse per le persone che scelgono la sanità privata sarebbero “perfettamente possibili” sotto un governo laburista e che la mossa potrebbe raccogliere 550 milioni di sterline all’anno per il servizio sanitario nazionale colpito dalla crisi.

Con Jeremy Corbyn il partito si era impegnato ad aumentare la tassa sui premi assicurativi, che viene pagata sulla maggior parte delle polizze assicurative, dal 12% al 20%. Circa il 20% della popolazione britannica attualmente utilizza una qualche forma di assistenza sanitaria privata.

Affrontare i ritardi del servizio sanitario nazionale potrebbe ridurre il vasto numero di pazienti che scelgono il servizio privato, ma ciò richiederà probabilmente un’enorme iniezione di denaro da parte del governo entrante

L’IPT, introdotta nel 1994, è stata descritta come la tassa britannica “nascosta in bella vista” perché molte persone non si rendono conto di pagarla. Viene addebitata con un prelievo del 12% sui premi assicurativi, che sale al 20% per alcuni tipi di assicurazione che non includono l’assistenza sanitaria. Nel 2023-24, l’erario inglese ha incassato £ 8,15 miliardi in IPT, in aumento dell’11,4% su base annua poiché i premi assicurativi e la domanda di assistenza sanitaria privata sono aumentati a causa degli arretrati del sistema sanitario nazionale.

Di questa somma, circa £ 825 milioni vengono pagati ogni anno da milioni di adulti con assicurazione sanitaria, secondo l’analisi della società di contabilità RSM, secondo cui un aumento del tasso dal 12% al 20% farebbe appunto raccogliere 550 milioni di sterline.

L’ABI, l’associazione degli assicuratori britannici, ha esortato invece il governo a procedere in senso opposto, riducendo il peso dell’IPT, ciò che potrebbe “aiutare a ridurre gli ostacoli all’adozione dell’assicurazione sanitaria da parte di datori di lavoro e dipendenti e allentare la pressione sul servizio sanitario nazionale”. L’articolo, comunque, include molte fonti ma non quella più importante, il Labour Party.

Leggi anche GB: le liste di attesa record del servizio sanitario spingono ai massimi storici la sanità privata

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

Catastrofi naturali: danni economici per 128 miliardi nel primo semestre 2024

I risarcimenti degli assicuratori stimati da Gallagher Re intorno ai $61 miliardi L’attenzione…
Leggi di più
EsteroNews

Egitto: diventata legge la polizza anti divorzio obbligatoria

La polizza assicurativa contro il rischio di divorzio non ha un importo specifico, poiché è…
Leggi di più
News

Life 5 sperimenta la settimana corta

La insurtech spagnola, da poco attiva in Italia in collaborazione con Allianz Global Life, ha…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.