In EvidenzaIVASSNews

Signorini richiama le compagnie sulle modifiche di condizioni nei contratti property

Logo Ivass

Il presidente dell’Ivass Luigi Federico Signorini è intervenuto da remoto all’assemblea dell’Ania, toccando diversi argomenti. In apertura ha ricordato come il tema della distribuzione abbia un posto di rilievo nell’agenda normativa europea. Signorini ha detto che il recepimento del pacchetto Retail Investment Strategy (RIS) “richiederà modifiche di non poco conto al Codice delle Assicurazioni Private (CAP), e potrà quindi costituire l’occasione per una revisione più ampia, che dovrebbe a nostro avviso perseguire soprattutto due obiettivi: in primis, completare l’opera di snellimento e semplificazione degli adempimenti, già iniziata con la regolamentazione secondaria di competenza dell’Ivass, sempre puntando a una tutela sostanziale e non formale. In secondo luogo, adattare la disciplina della distribuzione all’evoluzione del mercato. Oggi le relazioni tra compagnie, intermediari e clienti sono infatti ben più articolate di quelle esistenti all’epoca in cui le attuali disposizioni furono introdotte, ed è tra l’altro ormai difficile incasellare ogni figura di intermediario nelle rigide categorie ivi previste”.

In tema di tecnologie (machine learning, intelligenza artificiale), “devo ricordare che il settore assicurativo è chiamato ad applicarle prestando attenzione alla protezione dei diritti delle persone; guardandosi tra l’altro dal rischio di abusi in termini di riservatezza e ingiusta discriminazione. Inoltre, come altri attori chiave del sistema finanziario, gli operatori assicurativi devono attrezzarsi efficacemente contro il rischio di cadere vittima di attacchi informatici, o anche solo di malfunzionamenti gravi, che potrebbero avere ripercussioni sistemiche. Non è più solo una necessità etica o una responsabilità sociale o una norma di buona gestione: sta per diventare, come è noto, un insieme di obblighi legali”.

Per quanto riguarda l’Artificial Intelligence Act (AI Act) Signorini si aspetta un impatto significativo. “Tra i sistemi di intelligenza artificiale delle compagnie, quelli ad alto rischio saranno sottoposti a specifiche cautele di governo e a controlli sull’utilizzo. Per tutti i sistemi sono previsti obblighi di trasparenza. Le norme sull’AI dovranno armonizzarsi con il complessivo quadro normativo del settore assicurativo, incluse Solvency II e la direttiva sulla distribuzione”.

Il presidente dell’Ivass ha poi richiamato le compagnie che operano nel comparto Danni a non modificare unilateralmente le condizioni dei contratti in modo troppo disinvolto.

“Nel comparto dei rischi property abbiamo di recente rilevato, a seguito delle segnalazioni di associazioni rappresentative di agenti e broker, casi di inserimento nei contratti di clausole che attribuiscono alla compagnia la facoltà di modificare unilateralmente le condizioni durante la vigenza del contratto, ovvero al momento di un tacito rinnovo. Abbiamo aperto un confronto con le compagnie coinvolte. Per alcuni rischi, come quelli legati ai cambiamenti climatici, ci sono questioni di sostenibilità tecnica che vanno tenute in considerazione”.

A questo proposito Signorini ha ricordato che “in assenza di una specifica disciplina di settore, occorre garantire il rispetto (sulla base del codice del consumo, della giurisprudenza e di principi generali di buona fede) di alcune minime condizioni. Andranno quanto meno assicurati l’adesione espressa del cliente alla clausola, l’operatività di essa solo in presenza di un giustificato motivo indicato nel contratto (che non può comunque legittimare modifiche tali da alterare l’equilibrio contrattuale), la previsione a favore del cliente – soprattutto per i contratti in corso – di meccanismi compensativi o di uscita dal rapporto senza oneri e spese”.

Per Signorini è inoltre necessaria un’illustrazione chiara a ogni contraente delle modifiche proposte, “da effettuare con un congruo preavviso, in modo da consentire alla clientela di compiere scelte pienamente informate”.

a cura di Vincenzo Giudice

Foto in copertina: Luigi Federico Signorini, Presidente dell’Ivass

Leggi anche Signorini (Ivass) quadro sereno per le assicurazioni

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

GB: rumors su interesse Generali e Sompo per Hiscox

Un articolo di Insurance Insider ha collegato l’assicuratore del sindacato dei Lloyd’s a…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

GB: stress test 2025 per valutare resilienza mercato delle rendite di massa

I trasferimenti di rendite sono cresciuti negli ultimi anni e si prevede che nel prossimo decennio…
Leggi di più
EsteroNews

Corea del sud: corte suprema sancisce diritto all’assicurazione sanitaria per le coppie gay

Secondo i giudici il rifiuto da parte dell’ente statale di fornire una copertura assicurativa…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.