EsteroIn EvidenzaNews

Clima: registrata in California la temperatura più alta mai registra sulla terra

Un’ondata di calore torrido in California la scorsa settimana e durante le festività del 4 luglio potrebbe essere coronata dalla temperatura più alta mai registrata sulla Terra. Quella raggiunta nella Death Valley dove la colonnina di mercurio ha toccato i 59 gradi. Il calore estremo ha causato più morti degli incendi boschivi ed è costato miliardi di dollari in un decennio, secondo il dipartimento assicurativo dello Stato.

Un nuovo rapporto del dipartimento – è scritto in un lungo articolo dell’Associated Press – ha esaminato sette eventi di calore estremo nello Stato dal 2013 al 2022 e ha scoperto che hanno causato la morte di diverse centinaia di californiani. Gli eventi hanno avuto anche un impatto economico totale di 7,7 miliardi di dollari sotto forma di mancati guadagni e produttività, interruzioni agricole e manifatturiere, interruzioni di corrente, danni alle infrastrutture e altro ancora.

I 20 incendi boschivi più letali dello Stato, risalenti al 1933, hanno ucciso un totale di 312 persone, secondo Cal Fire. Il bilancio delle vittime degli eventi di calore estremo identificati dal dipartimento assicurativo è stato più alto, stimato in quasi 460. Ed è probabile che il bilancio sia stato in realtà più alto, con quasi 4.000 vittime in un decennio, come ha mostrato un’analisi del Los Angeles Times del 2019.

Secondo il rapporto, c’è poca o nessuna copertura assicurativa disponibile per alcuni effetti e costi del caldo estremo, come la perdita di salari per i lavoratori, le interruzioni di corrente per residenti e aziende e i danni alle ferrovie.

Il commissario per le assicurazioni Ricardo Lara e il dipartimento sono sotto pressione per affrontare i problemi di disponibilità e convenienza delle assicurazioni che hanno afflitto lo stato perché alcune compagnie assicurative hanno smesso di rinnovare o scrivere nuove polizze per i proprietari di case, citando il rischio di incendi boschivi come un fattore importante nella loro scelta.

Il rapporto di 92 pagine, che valuta i costi assicurati e non assicurati del calore e raccomanda azioni e cambiamenti rapidi, è stato imposto da una proposta di legge sponsorizzata da Lara il cui obiettivo principale era quello di stabilire un sistema di classificazione del caldo estremo. Tale sistema, CalHeatScore, è ora in fase di sviluppo da parte dell’Agenzia per la protezione ambientale dello stato con l’aiuto di altre agenzie statali e dovrebbe essere implementato l’anno prossimo.

Gli effetti del caldo estremo sono sopportati in modo sproporzionato dalle comunità a basso reddito, dagli anziani e dai lavoratori all’aperto, ha anche scoperto il rapporto. I neri, i nativi americani e gli ispanici della California hanno avuto rispettivamente i tassi di mortalità più elevati rispetto ai residenti asiatici e bianchi della California, durante gli eventi esaminati dal rapporto. Ecco perché gli autori del rapporto, l’Insurance Department, con il contributo del Climate Insurance Working Group dello stato e un consulente assunto per produrre il rapporto, chiedono equità quando si pensa a politiche e programmi per il caldo estremo, tenendo conto delle esigenze delle popolazioni vulnerabili, tra cui gli anziani che vivono da soli e i lavoratori all’aperto e al chiuso.

Il rapporto raccomanda inoltre di piantare più alberi, il che potrebbe aiutare a fornire ombra, migliorare i risultati sanitari e ridurre il fabbisogno energetico. Richiede inoltre sistemi di raffreddamento per le mucche da latte, importanti perché la California è il più grande produttore di latticini della nazione.

Alcune delle raccomandazioni stanno già prendendo piede. L’Occupational Safety and Health Standards Board dello stato ha recentemente approvato una norma che richiede ai datori di lavoro di ridurre il rischio di calore estremo per i magazzini, i ristoranti e altri lavoratori. Dopo un lungo ritardo, dovrebbe entrare in vigore ad agosto. Inoltre, la scorsa settimana, l’OSHA federale ha proposto una norma, in fase di elaborazione da anni, che indica ai datori di lavoro come proteggere i lavoratori al chiuso e all’aperto dal calore quando le temperature raggiungono due soglie: 80 gradi e 90 gradi.

Leggi anche USA: compagnie abbandonano la California per il climate change

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

Catastrofi naturali: danni economici per 128 miliardi nel primo semestre 2024

I risarcimenti degli assicuratori stimati da Gallagher Re intorno ai $61 miliardi L’attenzione…
Leggi di più
EsteroNews

Egitto: diventata legge la polizza anti divorzio obbligatoria

La polizza assicurativa contro il rischio di divorzio non ha un importo specifico, poiché è…
Leggi di più
News

Life 5 sperimenta la settimana corta

La insurtech spagnola, da poco attiva in Italia in collaborazione con Allianz Global Life, ha…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.