Assicurazioni moto, contro il caro-polizze si pensa a una scatola nera

Motociclisti (2) Imc(Fonte: Motori 24)

In Italia costa più assicurarsi che il motorino. Montante, il presidente di Eicma, lancia una proposta per abbattere i prezzi della RC e il presidente di Confindustria Squinzi vuole portare il problema all’attenzione delle compagnie

Montare una scatola nera sui motocicli per monitorare e premiare i motociclisti «più virtuosi».

Questa la proposta lanciata dal sottosegretario allo Sviluppo economico con delega alle assicurazioni, Simona Vicari, nel corso dell’incontro tenutosi all’Eicma, l’esposizione mondiale del motociclismo 2014 di Milano. Alla fiera erano presenti anche Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria, Corrado Capelli, presidente di Ancma, e i principali costruttori del settore delle due ruote. La proposta nasce da un’idea di Antonello Montante, presidente di Eicma. «Introdurre la scatola nera – ha commentato Montante – contribuirà a una maggiore certezza nell’individuazione delle responsabilità negli incidenti, permettendo quindi alle assicurazioni di risparmiare e, di conseguenza, abbassare i prezzi dei premi per i motociclisti più virtuosi».

All’incontro si è discusso di sicurezza stradale e, soprattutto, della riforma del sistema assicurativo per le moto e scooter. «Abbiamo ascoltato le problematiche che affliggono questo settore, come l’elevato costo assicurativo per i motocicli», ha affermato Squinzi a fine incontro, aggiungendo: «credo che da parte del Governo ci sia la volontà di intervenire» sul tema delle assicurazioni.

«E da parte nostra – ha aggiunto Squinzi – ci attiveremo per portare il problema all’attenzione delle nostre controparti assicurative». Sul tema caro-polizze è intervenuto anche Montante, il quale ha sottolineato che «il vero problema delle due ruote in Italia è che arriva a costare più l’assicurazione di un motorino».

Su questo punto, ha aggiunto, «abbiamo fatto una proposta al Governo affinchè entro l’anno si possa risolvere questo problema. Squinzi ci ha detto che ci darà una mano».

Montante ha tenuto a sottolineare che Confindustria Ancma non chiede sovvenzioni o agevolazioni, ma che il settore delle due ruote non sia penalizzato rispetto a quello delle auto (oggi una moto paga polizze praticamente simili alle quattro ruote).

Related posts

Top