Conegliano (TV), le Generali contro il Comune

Conegliano (2) Imc

(Autore: Giampietro Maset – Il Gazzettino Venezia)

Al centro della vicenda i lavori per il centro polifunzionale di via dei Ciliegi. La compagnia dovrebbe pagare 725mila euro per una fidejussione. Ma ha presentato ricorso

Un contenzioso in cui sono in gioco 725mila euro. La compagnia assicurativa Generali ha infatti presentato appello al Consiglio di Stato contro una sentenza del Tar del Veneto dello scorso aprile a favore del Comune (di Conegliano, ndIMC).

All’origine del contenzioso c’era un risarcimento danni che la Montedil di Ponte della Priula era stata condannata a rifondere al Comune. Risarcimento garantito da una polizza fidejussoria proprio con le Generali. Nell’ambito del piano di recupero dell’area dell’ex foro boario, nel 2008, la Montedil si era impegnata a realizzare opere pubbliche per un importo complessivo di 800 mila euro, tra cui il centro polif unzionale di via dei Ciliegi.

Il 30 novembre del 2011, anche se la Montedil, come risulta dagli atti, si era dichiarata disposta a sanarli, il Comune aveva avviato la pratica per l’escussione della polizza fidejussoria, con l’intenzione di recuperare dall’assicurazione i fondi necessari per eseguire direttamente i lavori per rendere agibile il centro polifunzionale.

Non avendo ottenuto tale somma il Comune si è rivolto all’allora sezione staccata di Conegliano del tribunale di Treviso, con un ricorso per decreto ingiuntivo. Ma per la Montedil la vicenda poteva concludersi in modo diverso se ci fosse stata una maggior collaborazione tra le parti. E così, nel 2012, ha presentato un ricorso al Tar, per il quale si sono costituite al suo fianco le Assicurazioni Generali. Si richiedeva che fosse accertata la mancanza dei presupposti per la risoluzione della convenzione e per l’escussione della polizza, oltre che il risarcimento del danno subito.

Respingendo il ricorso, nella sua sentenza dell’aprile scorso, il Tar aveva giudicato che «dalla documentazione del Comune emerge evidente l’inadempimento della Montedil».

I rilievi riguardavano principalmente il centro polifunzionale, che non sarebbe stato realizzato secondo le caratteristiche strutturali previste dal piano di recupero approvato. E ha così riconosciuto al Comune il diritto ai 725 mila euro, garantiti dalla polizza fideiussoria sottoscritta con le Generali. Contro la sentenza del Tar, la Compagnia ha presentato appello al Consiglio di Stato. Nell’ultima riunione della giunta, il Comune ha deciso di costituirsi in giudizio contro il ricorso.

Related posts

Top