La solidità del bilancio, della gestione del capitale e della solvibilità dei Lloyd’s per rispondere al COVID-19

Con la pubblicazione dei risultati annuali 2019, i Lloyd’s hanno confermato oggi che la situazione del mercato è solida per far fronte alle conseguenze del COVID-19 e dare supporto ai propri clienti e partner commerciali. Nel 2019, le risorse nette dei Lloyd’s sono aumentate del 8,6% ed hanno raggiunto £30,6mld, confermando un bilancio eccezionalmente forte ed un tasso di solvibilità centrale del 238%.

Nonostante la turbolenza dei mercati finanziari nelle ultime settimane, il tasso di solvibilità dei Lloyd’s al 19 marzo resta solido al 205%. L’eccezionale solidità del bilancio del mercato è stata ulteriormente sostenuta dal ritorno dei Lloyd’s all’utile che nel 2019 è stato pari a £2,5mld (2018: perdita di £1,0mld), grazie ai rimedi sui mercati d’investimento implementati nel primo semestre 2019.

 

John Neal

 

John Neal, CEO dei Lloyd’s, ha detto: “Siamo lieti di annunciare il ritorno all’utile dei Lloyd’s nel 2019 ed il continuo progresso dei nostri piani ma la nostra priorità ora è quella di dare supporto ai nostri clienti e partner commerciali in questi momenti di bisogno. Sono convinto del fatto che i Lloyd’s saranno in grado di far fronte a queste sfide e potranno dimostrare, in questo modo, la capacità ineguagliabile del mercato di sostenere le persone, le aziende ed i paesi in tutto il mondo in seguito alle conseguenze di vasta portata del COVID-19.

In questo periodo, manteniamo dunque la concentrazione sul sostegno ai partner commerciali ed ai clienti ma, nel contempo, non è mai stato così importante come ora velocizzare l’avanzamento del nostro progetto di creare il mercato assicurativo più evoluto attraverso la strategia Future at Lloyd’s. Abbiamo affinato i nostri obiettivi per il 2020, dando priorità alle iniziative che porteranno alla digitalizzazione di circa l’80% delle attività dei Lloyd’s, oltre che a miglioramenti nei processi di gestione veloce dei sinistri ed alla costruzione dell’infrastruttura tecnologica e dei dati fondamentali per sostenere il futuro ecosistema dei Lloyd’s.”  

Bruce Carnegie-Brown, Chairman dei Lloyd’s, ha aggiunto: “L’inizio del 2020 si è rivelato eccezionalmente difficile con il COVID 19 che si è diffuso in tutto il mondo con conseguenze devastanti per le famiglie, le comunità e l’economia globale. Ora, più che mai, i nostri clienti hanno bisogno di essere assistiti in modo tempestivo in questi momenti così complicati.

Ai Lloyd’s, stiamo gettando le basi per farlo in modo efficace. Concentrandoci sulla gestione della performance, sulla modernizzazione e sulla creazione, all’interno del mercato, di una cultura che attirerà i talenti più brillanti, stiamo rendendo il mercato stesso più resiliente, di successo e nella posizione migliore per far fronte ai bisogni dei nostri clienti.”

I risultati annuali dei Lloyd’s 2019 nel dettaglio

I Lloyd’s hanno annunciato oggi un ritorno all’utile di £2,5mld (al lordo delle tasse) per il 2019, che rappresenta un miglioramento di £3,5mld rispetto all’esercizio precedente (2018: perdita del £1,0mld) ed un 8,8% di rendimento del capitale (2018: (3,7%)).

I dati salienti riportati nell’Annual Report dei Lloyd’s 2019 sono:

  • Risorse nette di £30,6mld (2018: £28,2mld)
  • Coefficiente di solvibilità e copertura centrali del 238% (2018: 249%; 19 marzo 2020: 205%)
  • Sinistri lordi liquidati: £23,0mld (2018: £19,7mld)
  • Premi lordi sottoscritti: £35,9mld (2018: £35,5mld)
  • Combined ratio del 102,1% (2018: 104,5%)
  • Utile aggregato di mercato pari a £2,5mld (2018: perdita di £1,0mld)

Il ritorno all’utile dei Lloyd’s nel 2019 è sostenuto da una solida performance degli investimenti (2019: rendimento del 4,8%; 2018: rendimento dello 0,7%), oltre che dai costanti aumenti dei tassi e dal miglioramento della disciplina nella sottoscrizione. La combined ratio dei Lloyd’s è migliorata di 2,4 punti percentuali ed ora è pari al 102,1% (2018: 104,5%), così come è migliorato il rapporto relativo all’anno di accadimento 2019 che ha raggiunto il 96,0% (2018: 96,8%), escludendo i sinistri catastrofali. Questi sviluppi incoraggianti dimostrano che il lavoro sulla performance dei Lloyd’s sta iniziando a portare migliore disciplina nella sottoscrizione all’interno del mercato.

I premi lordi sottoscritti nel periodo ammontano a £35,9mld, registrando una leggera crescita dal totale di £35,5mld nel 2018. Equivale ad una riduzione del 2,6% dei premi lordi sottoscritti se non si considerano i movimenti positivi dei tassi di cambio stranieri. Il totale dei premi è inoltre sostenuto da un aumento dei tassi, calcolato sui singoli rischi, pari al 5,4% che indica una costante disciplina nella sottoscrizione in tutto il mercato.

 

 

Tags

Related posts

*

Top