Lemonade annuncia finanziamenti guidati da SoftBank Group per 120 milioni di dollari

LemonadeLa compagnia assicurativa basata su intelligenza artificiale ed economia comportamentale si prepara all’espansione globale

Lemonade, compagnia assicurativa basata su intelligenza artificiale ed economia comportamentale, ha reso noto di aver siglato un accordo per un finanziamento di Serie C del valore di 120 milioni di dollari guidato da SoftBank, con la partecipazione di investitori già presenti. Lemonade prevede di utilizzare i finanziamenti per accelerare la sua espansione globale nel corso del 2018.

Fondata da Shai Wininger e Daniel Schreiber, Lemonade – si legge in una nota – è una società tecnologica autorizzata anche a fornire coperture assicurative complete nei rami Danni. La società ha iniziato a vendere polizze assicurative a proprietari immobiliari e locatari a New York alla fine del 2016 ed è oggi autorizzata da 25 Stati, nei quali vivono due terzi della popolazione statunitense.

“SoftBank rappresenta per noi un partner ideale ed è motivo di grande soddisfazione sapere di poter contare su di loro – ha affermato Wininger, presidente e co-fondatore di Lemonade –. Condividiamo la loro convinzione a proposito dei Big Data e dell’apprendimento automatico, aspetti che sono destinati a revisionare profondamente il nostro settore. E Softbank ha la visione ed i mezzi per consentire a questa visione comune di diventare una realtà”.

SoftBank si unisce alle altre realtà che hanno deciso di investire in Lemonade: Aleph, Allianz, General Catalyst, GV (Google Ventures), Sequoia Capital, Sound Ventures, Thrive Capital, Tusk Ventures e XL Innovate. David Thevenon del gruppo SoftBank entrerà inoltre a far parte del consiglio di Lemonade.

Combinando Big Data e intelligenza artificiale con un’esperienza utente senza soluzione di continuità, Lemonade sta davvero rivoluzionando il settore assicurativo – ha affermato Thevenon, senior investment professional all’interno del gruppo SoftBank –Siamo rimasti colpiti dall’approccio creativo e dirompente del team nei confronti del modello assicurativo tradizionale e non vediamo l’ora di sostenere la rapida crescita dell’azienda”.

La transazione dovrebbe essere completata nel primo trimestre del 2018, subordinatamente al ricevimento delle approvazioni normative ed al soddisfacimento di ulteriori condizioni di chiusura.

Intermedia Channel

Related posts

Top