“Siamo tutti pazienti… RC Medica, chi paga?” – Milano, 5 ottobre

Salute - Medico - Critical Illness Imc

Salute - Medico - Critical Illness Imc

Incontro e confronto sugli effetti che la legge Gelli-Bianco una volta in vigore porterà con sé, come la de-penalizzazione delle condotte dei medici ospedalieri, la conseguente diminuzione del numero di ricorsi ai tribunali e la limitazione del ricorso alla medicina preventiva

È in programma il prossimo 5 ottobre a Milano, presso Palazzo Castiglioni (Corso Venezia, 47, accrediti dalle ore 14.00), Siamo tutti pazienti… RC Medica, chi paga?, convegno organizzato da Asseprim (Federazione nazionale servizi professionali per le imprese, parte di Confcommercio – Imprese per l’Italia).

La riforma attuata dalla legge Gelli – Bianco (24/2017) – scrivono gli organizzatori nella nota di presentazione dei lavori – affronta e disciplina i temi della sicurezza delle cure e del rischio sanitario, della responsabilità dell’esercente la professione e della struttura pubblica o privata, delle modalità e caratteristiche dei procedimenti giudiziari aventi ad oggetto la responsabilità medica, unitamente agli obblighi di assicurazione e all’istituzione del Fondo di garanzia per i soggetti danneggiati. Viene fortemente innovata la disciplina del sistema assicurativo partendo dal meccanismo di autogestione del rischio, ai massimali delle coperture assicurative per le strutture e per i liberi professionisti.

La normativa, attesa da anni sia dal fronte dei medici e di chi esercita tutte le professioni sanitarie sia dal fronte dei pazienti, si pone tra gli altri l’obiettivo di snellire il contenzioso medico-paziente attraverso lo studio ed il monitoraggio del rischio garantendo un più efficace sistema risarcitorio. Il decreto in essere cambia la responsabilità penale e civile dei medici e mira a più trasparenza per i pazienti e maggiore sicurezza delle strutture.

Fino ad oggi, evidenziano da Asseprim, i medici, per timore di commettere errori erano fortemente condizionati nello svolgimento del proprio lavoro. Oggi, la legge Gelli – Bianco pone come soluzione nuove forme di tutela per il medico garantendo allo stesso di svolgere la propria professione con maggiore serenità e professionalità limitando il rischio di essere condannato penalmente.

In più, eventuali malfunzionamenti nel sistema sanitario potranno essere esposti direttamente dai cittadini al Garante per il diritto alla salute, nuovo organo di ascolto, monitoraggio, assistenza e tutela degli utenti.

In ogni regione verrà, quindi, istituito il Centro per la gestione del rischio sanitario e della sicurezza del paziente con il compito di raccogliere i dati sui rischi ed eventi negativi ed inviarli all’Osservatorio nazionale delle buone pratiche sulla sicurezza della sanità, ente formativo e di monitoraggio costante dei vizi del Sistema Sanitario Nazionale.

La legge – spiegano ancora da Asseprim – aiuterà a far comprendere a tutti i cittadini l’importanza di avere introdotto nel nostro sistema sanitario la sicurezza delle cure come parte integrante del diritto alla salute previsto dall’art. 32 della Costituzione della Repubblica Italiana.

L’appuntamento del prossimo 5 ottobre (a partecipazione gratuita, per tutti i dettagli si segua il link in calce all’articolo) sarà quindi occasione di confronto sugli effetti in ambito legale, assicurativo e sanitario della legge Gelli – Bianco. Questi obiettivi verranno davvero raggiunti? Quali miglioramenti concreti introdurrà la nuova legge e quali rischi invece nasconde?

Il tema sarà introdotto da Paolo Vinci, dello Studio Vinci & Associati. Seguiranno due panel: il primo metterà sullo stesso tavolo rappresentanti di cliniche ed enti sanitari con esperti legali e sarà occasione di dibattito per analizzare le criticità e le opportunità della legge, mentre il secondo vedrà la partecipazione di alcuni professionisti del mondo delle assicurazioni, che forniranno tutti i chiarimenti necessari in merito ai soggetti che saranno tenuti a risarcire.

Intermedia Channel


“Siamo tutti pazienti… RC Medica, chi paga?” – Milano, 5 ottobre (ulteriori informazioni ed iscrizioni)

Related posts

Top