Opinione della Settimana

Ligresti, Lugano apre un fascicolo

La procura ticinese indaga sui flussi finanziari di Paolo, figlio di Salvatore. Rogatorie tra pm italiani e svizzeri. Lunedì la ripresa degli interrogatori

Gioacchino Paolo Ligresti ImcLa procura di Lugano ha aperto un fascicolo sulle attività svizzere di Paolo Gioacchino Ligresti (nella foto), ultimogenito di Salvatore, da meno di un mese cittadino elvetico, attualmente ricercato dalle autorità italiane, per una misura di custodia cautelare in carcere chiesta dalla procura di Torino. L’inchiesta, secondo quanto trapela a Lugano, avrebbe lo scopo di approfondire origine e destinazione di flussi di denaro e altri beni che, nel corso degli ultimi mesi, avrebbero lasciato l’Italia alla volta delle casseforti del Canton Ticino, dove Ligresti junior ha la propria residenza. I magistrati starebbero vagliando ipotesi di violazioni della normativa antiriciclaggio svizzera, che punisce il reato con pene che vanno da tre a cinque anni nei casi più gravi. L’ipotesi potrebbe fare scattare anche delle misure di sospensione temporanea dei diritti di proprietà di Paolo Ligresti con successivi possibili provvedimenti di sequestro cautelare temporaneo di beni mobili e immobili. A quanto risulta al Sole24ore il fronte svizzero delle indagini sarebbe seguito personalmente dal procuratore pubblico capo John Noseda che risulta avere intensi rapporti di collaborazione con le due procure italiane che stanno indagando sulla famiglia Ligresti. In particolare con il pm milanese Luigi Orsi, che sta facendo luce su alcuni episodi di manipolazione sul titolo Premafin, e sui fallimenti delle due holding dei Ligresti, la Sinergia e la Im.co e con il pm di Torino Marco Gianoglio, che sta indagando sui presunti falsi in bilancio della Fonsai. In dettaglio tra le tre procure si è avviata un’intensa attività di comunicazione di dati e carte attraverso rogatorie incrociate. Nessun commento dagli avvocati svizzeri di Paolo Ligresti, Luca Marcellini e Maria Galliani, entrambi cercati dal cronista nel loro studio di Lugano a pochi metri dalla sede della procura luganese, ed entrambi in passato in forza alla stessa procura. In serata è giunto il commento dell’avvocato Davide Sangiorgio che ha sottolineato in particolare come l’inchiesta di Torino essendo per falso in bilancio, false comunicazioni sociali e per aggiotaggio informativo, non presuppone alcuna movimentazione di denaro compiuta dagli indagati, mentre quella di Milano non vede tra gli indagati Paolo Ligresti. Difficile dunque ipotizzare un’ipotesi del genere. Giornata di pausa, nel frattempo sul fronte torinese degli interrogatori degli indagati. Una fine settimana di riflessione per l’aggiunto Vittorio Nessi e per il pm Gianoglio in cui si riordineranno le idee dopo sette giorni di audizioni senza sosta, concluse giovedì scorso con l’audizione di Antonio Talarico, vicepresidente di Fonsai, e mente immobiliare del gruppo fondato dall’ingegnere di Paternò. Da lunedì si riprenderà a tamburo battente con l’esame degli indagati. A cominciare da lunedì, giornata nella quale verrà nuovamente sentito Emanuele Erbetta, ex ad della compagnia torinese. Ma la giornata clou sarà quella di martedì, in cui verrà sentito Salvatore Ligresti, fondatore del gruppo immobiliare e assicurativo. Le sessioni riprenderanno poi giovedì con le escussioni delle due figlie di Salvatore, Jonella e Giulia Maria Ligresti, entrambe detenute nel carcere di Torino e Vercelli.

Intanto proprio Jonella Ligresti ieri ha rassegnato le dimissioni dalla carica di consigliere di amministrazione di Italmobiliare, società nella quale figurava come indipendente. Lo comunica la società della famiglia Pesenti in una nota in cui esprime il ringraziamento all’ex presidente di Fonsai «per il contributo dato». Negli scorsi giorni la sorella Giulia Maria aveva a sua volta rassegnato le dimissioni da consigliere del gruppo Pirelli.

Autore: Stefano Elli – Il Sole 24 Ore (Articolo originale)

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.