Opinione della Settimana

Un’applicazione dà i voti al guidatore. Se è bravo l’assicurazione gli fa lo sconto

AXA Drive (2)

(Autore: Massimo Galli – ItaliaOggi)

Iniziativa della francese AXA: si possono risparmiare fino a 600 euro

Non si finisce mai di imparare. Anche guidando la propria automobile. E per i più virtuosi arriva anche uno sconto sull’assicurazione. L’iniziativa è della compagnia francese Axa, che ha lanciato un’applicazione chiamata Axa Drive (Guida Axa). L’obiettivo è permettere a chi sta al volante di migliorare la propria condotta di guida.

Il sistema è stato messo a punto insieme alla filiale di Axa, Direct Assurance, che a sua volta aveva promosso in luglio un’altra applicazione simile chiamata Youdrive.

I due meccanismi, abbinati con il Gps, sono in grado di valutare se in curva si tiene la velocità adatta, se si frena troppo bruscamente, se si procede in maniera corretta in base alla media del traffico. I tecnici di Axa spiegano che l’applicazione assegna un punteggio per ogni tragitto effettuato ed è possibile rivedere il percorso per correggere gli errori.

Axa intende poi lanciare, entro la fine dell’anno, una forma di assicurazione in base alla quale si paga a seconda del modo di guidare. Si tratta di calcolare il premio assicurativo in funzione della bravura del conducente. A conti fatti, sarà possibile risparmiare fino a 600 euro all’anno. Occorre però installare a bordo della vettura una sorta di scatola nera per raccogliere le informazioni relative all’applicazione, che verranno trasmesse all’assicuratore.

E non finita, perché Axa Drive funziona anche da sveglia: un allarme suona un quarto d’ora prima di doversi mettere al volante, così da arrivare puntuali a destinazione, senza infrangere i limiti di velocità, calcolando in tempo reale il traffico e i lavori in corso sulle strade.

Anche Allianz sta seguendo le orme di Axa. La soluzione proposta dalla compagnia tedesca prevede anch’essa una scatola a bordo che registri i dati e che, associata a uno smartphone, localizzi il veicolo nel caso in cui ci si dimentichi dove è stato parcheggiato. Inoltre, dopo un incidente, viene automaticamente chiamata l’assistenza che, se necessario, invia i soccorsi. Vengono registrati dati tecnici come i giri del motore, l’intensità delle sterzate, la distanza percorsa, gli orari e altri parametri, esclusa la velocità, fino a stilare una pagella di guida che va da uno a cento. Come spiegano ad Allianz France, il fatto di avere un indicatore oggettivo permette di avere un altro punto di vista sulla propria condotta di guida. Anche qui, in caso di esito positivo, è previsto uno sconto sul premio da versare all’assicurazione, che non è ancora stato reso noto. L’offerta partirà nel 2015 e, per sottoscriverla, bisognerà pagare 50 euro all’anno. Ci si domanda se a quelli che verranno considerati pessimi guidatori sarà applicata una penale. Ma ai piani alti di Allianz tagliano corto: è un incoraggiamento, non una punizione. Anche perché sacrificare una fetta della propria riservatezza senza avere nulla in cambio non sarebbe allettante per nessuno.

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.