News

UNIQA, utili al massimo storico nel 2015

Uniqa Tower - Vienna Imc

Il gruppo assicurativo austriaco ha registrato un incremento degli utili ante imposte (+11,9% a 422,8 milioni di Euro) e dei premi contabilizzati (+4,3% a 6,325 miliardi di Euro). In miglioramento il combined ratio, che scende di quasi due punti percentuali a 97,8%. Alla prossima Assemblea generale degli azionisti, il CdA proporrà la distribuzione di un dividendo pari a 47 centesimi per azione, in aumento dell’11,9% rispetto ai 42 centesimi del 2014. Annunciata inoltre la semplificazione della struttura del Gruppo e la fusione delle compagnie operanti in Austria. Per quanto riguarda l’esercizio 2016, l’avvio dell’imponente programma da 500 milioni di Euro in innovazione e trasformazione digitale avrà un impatto sugli utili che potrà raggiungere il 50%

Sulla base dei dati preliminari presentati la scorsa settimana (i risultati definitivi saranno resi noti il prossimo 14 aprile), il gruppo assicurativo austriaco UNIQA (nella foto, il quartier generale di Vienna) ha raggiunto il massimo storico societario per quanto riguarda gli utili ante imposte, saliti dell’11,9% a 422,8 milioni di Euro. Aumento a doppia cifra anche per l’utile consolidato (+14,2% a 331,1 milioni) e andamento positivo per i premi contabilizzati, in progresso del 4,3% a 6,325 miliardi di Euro. Il Gruppo registra inoltre miglioramenti negli indicatori di redditività: i costi operativi sono rimasti stabili rispetto al 2014 (1,3 miliardi) ed il rapporto costi di Gruppo è sceso di quasi un punto percentuale a 21,3% (da 22,2%), influenzando positivamente l’andamento del combined ratio, passato da 99,6% a fine 2014 a 97,8% al termine del corrente esercizio.

Alla prossima Assemblea generale degli azionisti, il CdA proporrà la distribuzione di un dividendo pari a 47 centesimi per azione, in aumento dell’11,9% rispetto ai 42 centesimi del 2014.

In considerazione dei forti progressi registrati dall’implementazione del piano strategico a lungo termine UNIQA 2.0 (lanciato nel 2011) e a seguito dell’avvio dell’imponente programma di investimenti da 500 milioni di Euro in innovazione e trasformazione digitale annunciato nello scorso mese di gennaio, il Gruppo ha inoltre deciso di procedere ad una riorganizzazione per prepararsi agli obiettivi e alle sfide per prossimo futuro.

Il CdA ed il Consiglio di Sorveglianza di UNIQA hanno quindi deliberato una razionalizzazione della struttura societaria: la holding UNIQA Insurance Group avrà tre membri del Consiglio di Amministrazione al posto del precedente cinque; le quattro compagnie principali che attualmente operano sul mercato austriaco – UNIQA Österreich Versicherungen, Raiffeisen Versicherung, FinanceLife Lebensversicherung e Salzburger Landes-Versicherung – saranno fuse ed integrate in un’unica entità (UNIQA Österreich Versicherungen) entro e non oltre il primo trimestre del 2017; di conseguenza, il numero complessivo dei consiglieri di amministrazione delle diverse società del Gruppo (tra cui la holding) sarà ridotto da 22 a 10.

Per quanto riguarda le previsioni sull’esercizio in corso, il citato programma da 500 milioni di Euro sarà implementato in buona parte già nel 2016 ed avrà una marcata influenza sugli utili di Gruppo. UNIQA ritiene infatti che gli investimenti, uniti al persistere delle difficili condizioni macroeconomiche (moderato sviluppo economico, bassi tassi di interesse, riduzione dei ritorni dagli investimenti finanziari ed incertezza politica nei singoli mercati), potranno portare ad una riduzione degli utili fino al 50% rispetto ai risultati registrati nel 2015.

Intermedia Channel


UNIQA – Riepilogo principali risultati 2015 (in inglese)

UNIQA – Presentazione risultati 2015 (in inglese)

Articoli correlati
News

L’inflazione non è un rischio importante per gli assicuratori, dice JP Morgan

L’aumento dell’inflazione non solo è gestibile, ma non rappresenta un rischio…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: salta l’accordo da $2,7 miliardi raggiunto da Calpers sui piani long term care

Il 30% dei potenziali beneficiari no ha sottoscritto l’intesa facendo scattare la clausola di…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Climate change: soltanto l’8% degli assicuratori preparati ad affrontarlo

Pubblicata survey di Capgemini-Efma sugli effetti del cambiamento climatico nell’industria delle…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.