EsteroIn EvidenzaNews

Il 39 per cento degli americani ha ridotto o eliminato le polizze sanitarie

Quasi il 39% degli americani ha dovuto ridurre o eliminare le polizze sanitarie per risparmiare denaro o perché si sono trovati disoccupati. è quanto si ricava da un’indagine di ValuePenguin che ha interpellato i consumatori americani su come hanno affrontato il 2020. La perdita della copertura assicurativa sanitaria è stata eccezionalmente alta tra la Gen Z e Millennials, pari rispettivamente all 51% e al 36 per cento. A causa della pandemia, i tassi di disoccupazione sono saliti alle stelle nel 2020 costringendo molti americani a lottare per sbarcare il lunario. E le coperture assicurative ne hanno risentito.

In Usa la polizza sanitaria è normalmente pagata dal datore di lavoro e pertanto perdendo l’occupazione spesso non si può più contare sull’ombrello di un assicuratore, Anche dalla struttura dei consumi che emerge dal sondaggio si rileva un significativo peggioramento delle condizioni di vita. Di coloro che hanno eliminato o diminuito la loro assicurazione, la maggior parte sta mettendo quei soldi verso generi alimentari (27%), risparmi (23%) e pagamenti del debito (21%), o nelle spese mensili per l’alloggio (15%).

 La maggioranza (63%) di quanti hanno ridotto la copertura assicurativa nel 2020 si aspetta di ripristinare la propria copertura in futuro ma non sa quando riuscirà a farlo.

a cura della Redazione

Articoli correlati
EsteroNews

Intelligenza artificiale: Aon identifica rischi e potenzialità per gli assicuratori

Si prevede che questa forma di sviluppo della tecnologia avrà un impatto su molti ambiti diversi…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

GB: i suggerimenti degli assicuratori per accelerare gli investimenti green

L’obiettivo è quello di favorire un flusso di nuovi investimenti per £100 miliardi Gli…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Iran: nonostante le sanzioni, Il petrolio viene esportato con assicurazione made in usa

Lo ha rilevato un’inchiesta del New York Times secondo cui almeno 27 petroliere del paese…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.