CheBanca! punta sui PIR con un prodotto di bancassicurazione sviluppato con CNP Partners

CheBanca! (2) Imc

CheBanca! (2) ImcLa banca retail di Piazzetta Cuccia arricchisce la propria gamma con un Piano Individuale di Risparmio nato grazie alle competenze di Gruppo e della compagnia assicurativa, parte del gruppo CNP Assurances

Prosegue il percorso di crescita nel wealth management di CheBanca!: come delineato dall’ultimo piano industriale di Mediobanca, per la banca del Gruppo dedicata al risparmio e agli investimenti è prevista infatti una maggiore attenzione sui segmenti di clientela Affluent e Premier, anche attraverso l’introduzione di nuovi prodotti di investimento. E’ il caso, ad esempio, dei Piani Individuali di Risparmio (PIR), recentemente lanciati anche grazie alle competenze di Gruppo (in particolare della capogruppo Mediobanca) e di CNP Partners, compagnia assicurativa parte del gruppo assicurativo francese CNP Assurances.

CLIP PIR – si legge in una nota – è un prodotto assicurativo-finanziario multiramo che coniuga i vantaggi fiscali definiti dalla Legge di Bilancio 2017 con quelli della componente assicurativa. Oltre ad offrire una copertura Vita con tutti i suoi vantaggi (ovvero l’impignorabilità e la possibilità di eleggere un beneficiario anche al di fuori dell’asse ereditario) la componente unit-linked “garantisce grande flessibilità: il cliente potrà, infatti, modificare nel tempo e in qualsiasi momento – sempre all’interno del singolo prodotto assicurativo-finanziario e in linea con i propri obiettivi di investimento e profilo di rischio – la composizione iniziale del portafoglio senza perdere i vantaggi fiscali della normativa sui PIR”.

“Con l’introduzione dei Piani di Risparmio, siamo oggi in grado di offrire ai nostri clienti un ulteriore strumento di investimento per la diversificazione del portafoglio – ha commentato Alessandro D’Agata, direttore generale di CheBanca! –. Il vero fattore distintivo per noi è rappresentato dalle sinergie offerte dalla strategia verticale di Mediobanca in tutta la filiera delle PMI”.

Intermedia Channel

Related posts

Top