Opinione della Settimana

Effetto Unipol su FonSai: rating a BB

Effetto Unipol su FonSai, che ieri si è vista promuovere da Standard & Poor’s: l’agenzia di rating, infatti, ha elevato di due tacche, da B+ a BB, il giudizio su Fondiaria-Sai e sulle sue controllate Milano Assicurazioni e Siat. Confermato, inoltre, il creditwatch “positive”, come a presagire che ulteriori ritocchi all’insù potrebbero arrivare nei prossimi mesi.

«Il miglioramento del giudizio – spiega S&P’S – deriva dai progressi compiuti da FonSai nel processo di integrazione con Unipol», a cui peraltro FonSai deve un’ulteriore tacca, assegnata automaticamente dall’agenzia in virtù del supporto fornito dalla compagnia bolognese. Non solo: dietro alla scelta di promuovere il titolo FonSai, che nel dicembre scorso era stato fatto precipitare di quattro gradini in un colpo solo, c’è anche il miglioramento del profilo di rischio dovuto all’aumento di capitale da 1,1 miliardi. «Siamo convinti – segnalano gli analisti di Standard & Poor’s – che la ricapitalizzazione abbia consentito a FonSai di riportare la sua solidità patrimoniale al di sopra dei requisiti minimi posti dalla legge». Secondo le stime dell’agenzia, a fine settembre il margine di solvibilità della compagnia ha superato il 130 per cento.

Le buone notizie, però, finiscono qui. Infatti per il momento S&P ritiene che l’approdo alla soglia BBB, la stessa di Unipol, sia prematuro: «Nonostante l’aumento – si legge nella nota diffusa dall’agenzia – il capitale resta considerevolmente più basso di quello richiesto per un giudizio BBB». In particolare, segnalano gli analisti, le risorse sono scarse soprattutto tenendo conto dell’esposizione a potenziali oneri non ricorrenti, come il rafforzamento delle riserve, le svalutazioni e altri costi derivanti da azioni legali che «potrebbero essere promosse da azionisti, autorità di controllo e creditori».

In ogni caso il peggio dovrebbe essere passato e – complice anche il nuovo board «fortemente influenzato da quello di Unipol» – S&P ritiene che oggi le due compagnie siano maggiormente in linea, una situazione che in particolare dovrebbe aiutare FonSai a focalizzarsi sul suo core business.

FonSai riemerge grazie a Unipol ma per quest’ultima, che il 30 ottobre scorso si era vista eliminare il creditwatch negativo da Moody’s, non è arrivato nessun miglioramento: S&P mantiene sotto osservazione il rating BBB di Unipol Assicurazioni con creditwatch negativo; l’agenzia spiega di mantenere anche il creditwatch negativo sui giudizi BB+ e BB assegnati a Ugf e Unipol Banca perché «potenziali costi non ricorrenti potrebbero indebolire la profittabilità e la dotazione di capitale del gruppo Unipol in vista del progetto di integrazione con Fondiaria-Sai».

I vertici di Unipol, intanto, si apprestano a prendere anche la guida della Milano. Fabio Cerchiai, neopresidente di FonSai, il presidente di Unipol, Pierluigi Stefanini e l’ad di entrambe le compagnie, Carlo Cimbri, figurano in cima alla lista depositata da FonSai per l’assemblea di Milano, convocata il 30 novembre per il rinnovo del cda. Nessun esponente della vecchia gestione dovrebbe essere confermato nel board, a cominciare dall’attuale ad Emanuele Erbetta, che tuttavia – nel rinnovo parallelo di FonSai – è stato nominato direttore generale. Il nuovo cda che sarà nominato é però destinato a rimanere in carica solo per poche settimane: la fusione tra Unipol, FonSai, Premafin e Milano è prevista entro fine anno.

Autore: Marco Ferrando – Il Sole 24 Ore (Articolo originale)

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.