Opinione della Settimana

Genova: Polizze con lo sconto ma false, la maxi truffa delle assicurazioni

I vigili urbani sgominano un’organizzazione che ha ingannato 250 persone. Auto e camion erano assicurati con tagliandi non riconosciuti da una compagnia francese. Un’agenzia di Cornigliano nel mirino: i truffati soprattutto stranieri

Genova (2) ImcL’ufficio al piano strada era sempre pieno di clienti perché in questi tempi di crisi l’International Service, agenzia per assicurazioni Rc auto aperta in via Cornigliano (a Genova – ndIMC), offriva polizze a tariffe vantaggiose, meno del 50% rispetto alle concorrenti. Ma, secondo un’indagine della magistratura affidata al sostituto procuratore Massimo Terrile e condotta dall’ufficio “Falsi Documentali” del reparto di polizia giudiziaria dei vigili, contratti e contrassegni erano irregolari, frutto di un inganno ingegnoso di una donna di 42 anni, che ora è indagata per truffa. Nelle sua rete sono finiti italiani e stranieri, albanesi, rumeni e soprattutto suoi connazionali maghrebini: sono state sequestrate 250 polizze in bianco e già sottoscritte, record mai registrato in Italia. Macchine e camion andavano quindi in giro senza una copertura assicurativa perché, di fatto, ogni documento era falso in quando la compagnia madre non aveva rilasciato nessun contratto. I tagliandi della società francese La Parisienne — completamente estranea ai fatti — non erano copiati, nel senso che non erano stati imitati con uno scanner, ma irregolari, anche perché un’auto con targa italiana non può venire assicurata da una società estera.

Ma facciamo un passo indietro, fino a qualche mese fa, quando una pattuglia del Primo distretto ferma un’auto a Caricamento. Scatta il controllo dei documenti. Stranamente il tagliando è di un’agenzia con sede a Nizza, ma la macchina ha targa italiana: per legge è vietato. L’automobilista è sincero. Racconta che ha sottoscritto la polizza valida sei mesi da una sua connazionale. Sporge denuncia e giorno dopo giorno negli uffici di piazzale Ortiz arrivano sempre più querele. Scatta la perquisizione a Cornigliano e i detective analizzando le carte scoprono il trucco. La donna aveva bypassato l’agenzia assicuratrice italiana in franchising della Parisienne, di fatto eludendo ogni tipo di iscrizione ad albi, senza rispettare regolamenti e controlli dell’Ivass (l’Istituto di vigilanza delle assicurazioni), fornendo in prevalenza ai suoi connazionali delle assicurazioni a metà prezzo stipulate in Francia in quanto i contraenti risultavano essere residenti in Rue De Grenoble a Nizza. L’indagata, quindi, era in possesso di documenti in bianco della Parisienne e invece di stipulare polizze ai francesi, le faceva firmare a chi era residente in Italia. Non solo a Genova perché risultano contratti intestati a clienti di Milano e Torino.

Trenta metri quadrati, due seggiole e una scrivania fruttavano davvero bene. Quell’ufficietto quasi non si notava camminando e gli affari andavano avanti grazie al passaparola. Gli inquirenti hanno calcolato che in quattro mesi di attività la donna ha incassato 170 mila euro. Ma c’è di più. La polizia municipale sta valutando se il reato commesso si può limitare solo alla truffa. Si parla anche di una possibile evasione fiscale. Infatti, vendendo queste polizze, ha omesso di versare poco più del 10% di quanto guadagnato al fondo statale, somme che vanno a finire per esempio al servizio sanitario nazionale e a quello per le vittime della strada. Le vittime per sottoscrivere queste polizze così vantaggiose sborsavano dai 300 al 400 euro. I maggiori clienti erano marocchini. Per un motivo. Le carte verdi delle assicurazioni italiane non garantiscono la copertura assicurativa in Africa.

Autore: Stefano Origone – La Repubblica Genova (Estratto articolo originale)

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.