Opinione della Settimana

Bolzano: Sani-Fonds allarga la platea, iscrizioni aperte agli artigiani

Michele Buonerba e Martin Haller Imc

(Fonte: Corriere dell’Alto Adige)

Coinvolti anche i familiari. Haller: grande passo avanti

Le iscrizioni sono già partite, dal primo agosto. Si amplia, così, la platea dei fruitori del fondo sanitario integrativo Sani-Fonds. Da poche settimane possono infatti usufruire delle prestazioni anche i titolari d’azienda artigiana, nonché il nucleo familiare dei titolari e dei dipendenti nel settore artigiano. All’unisono, il presidente di SaniFonds Martin Haller e il vicepresidente Michele Buonerba commentano con soddisfazione l’idea: «I vantaggi sono così allargati a un numero sempre maggiore di persone».

Risalgono al 2011 le prime proposte per la realizzazione (a Bolzano – ndIMC) di un fondo sanitario integrativo provinciale. Nella primavera 2013, Cna, Apa, Cgil, Cisl, Uil e Asgb hanno gettato le basi per la costituzione del fondo, nell’agosto 2015 le nuove prestazioni e, oggi, l’ampliamento dei fruitori. Una parabola in crescita, dunque. «Nato con lo scopo di erogare trattamenti e prestazioni sociosanitarie, integrative e/o complementari al servizio nazionale in favore dei lavoratori dipendenti, il fondo è stato aperto a partire dallo scorso primo agosto a due ulteriori categorie — spiega Haller —. Da ora in avanti potranno infatti iscriversi anche i titolari di azienda artigiana e il nucleo familiare dei titolari e dei dipendenti di aziende del settore artigiano».

Un passo avanti significativo, a detta di Michele Buonerba: «La crescita di Sani-Fonds è sotto gli occhi di tutti — spiega —. Siamo felici di poter offrire a una categoria di soggetti sempre più ampia numerosi vantaggi. Tra essi mi pare doveroso citare le svariate prestazioni sanitarie integrative della sanità pubblica, un sistema semplice e veloce per ottenere i rimborsi, la possibilità di scegliere le strutture sanitarie indipendente dal fatto che esse siano o meno convenzionate, nonché interessanti contributi in ambito odontoiatrico e oculistico».

Entrando nel dettaglio dei familiari che possono essere iscritti — e a cui può dunque essere estesa la copertura assicurativa — ricorrono il coniuge non fiscalmente a carico; i figli minori con età superiore ai 12 mesi; i figli maggiorenni, sia fiscalmente a carico che non, fino al compimento del ventiseiesimo anno di età; i figli con età superiore ai 26 anni che siano iscritti al fondo almeno a partire dal compimento dei 25 anni di età e solo se iscritti all’università; i figli maggiorenni fiscalmente a carico con invalidità permanente non inferiore ai due terzi, senza limiti di età.

Il tutto senza dimenticare che la copertura del coniuge fiscalmente a carico e dei figli minori con età compresa tra 0 e 12 mesi è già ricompresa, senza costi aggiuntivi, all’interno della copertura dell’assicurato.

La copertura assicurativa, infine, è di durata annuale, con decorrenza a partire dal primo agosto.

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.