Opinione della Settimana

Minucci (ANIA): «Rc auto più cara se non cambia la legge»

Aldo Minucci (7) Imc

(di Francesco Di Frischia – Corriere della Sera)

Il presidente dell’Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici: frodi e risarcimenti, il Parlamento intervenga sul ddl concorrenza

«Se non cambia il testo, i costi delle polizze Rc auto non diminuiranno. Anzi: i cittadini pagheranno di più. Il governo mi sembra che non sia capace di difendere i suoi stessi principi. Ma se non è in grado di controllare le lobby, farebbe bene a non presentare un provvedimento così». Aldo Minucci (nella foto), presidente dell’Ania, l’Associazione che raccoglie le imprese assicurative, è preoccupato per la piega che ha preso il «ddl concorrenza», in discussione nelle commissioni Finanze e Attività produttive della Camera dei Deputati.

L’obiettivo del governo Renzi era di abbassare i costi. Dove bisogna intervenire?

«Sui risarcimenti in caso di incidenti e nella lotta alle frodi: solo così le tariffe possono abbassarsi. Infatti i risarcimenti sono superiori, in alcuni casi anche parecchio, rispetto a Francia, Inghilterra, Spagna e Germania. Inoltre il numero delle frodi qui è molto più alto che nel resto d’Europa».

Invece che è successo?

«In Parlamento dal testo sono stati eliminati alcuni articoli molto importanti».

Quali?

«Uno stabiliva i criteri per una tabella unica nazionale dei risarcimenti con decreto ministeriale, ma è stata inserita l’applicazione automatica del danno morale, che prima era ricompresa nel danno non patrimoniale. E il giudice può anche aumentare fino al 40% il risarcimento, in determinati casi di particolare gravità. In pratica c’è il rischio di non avere regole certe e di fare lievitare ancora i risarcimenti».

E le norme sulle frodi?

«Avevamo proposto carrozzerie convenzionate, alcol test, tempi stretti per dichiarare i testimoni negli incidenti, divieto della cessione del credito, accettazione di una ispezione preventiva. Tutte proposte eliminate, salvo quella sulla “scatola nera”, ma lo sconto per chi la installa lo stabilirà l’Ivass (Istituto di vigilanza delle assicurazioni ndr ): questo viola una direttiva Ue. Faremo ricorso».

Come giudica l’eliminazione della portabilità dei fondi pensione?

«Mi sembra una decisione assurda».

Sono previsti interventi per i 4 milioni di veicoli che circolano senza assicurazione?

«Dal 1° ottobre scatterà la rilevazione automatica tramite Tutor o telecamere: con la targa del mezzo e lo scambio dati con le assicurazioni, si potrà verificare chi ha pagato o chi no, ma deve essere modificato il Codice della strada».

Di quanto aumenteranno le polizze?

«È presto per dirlo, ma alla fine i cittadini se la prenderanno con noi».

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.