News

Zurich: Forte calo degli utili nel 2015, Mario Greco sarà il nuovo CEO dal 7 marzo

Zurich - Sede Zurigo (2) Imc

Il gruppo assicurativo elvetico chiude un 2015 particolarmente complesso, soprattutto nel secondo semestre, con l’utile operativo in flessione del 37% a 2,9 miliardi di dollari e con l’utile netto in calo del 53% a 1,8 miliardi. Trend negativo anche per il fatturato globale, che passa dai 74,4 miliardi di dollari del 2014 ai 68 miliardi al 31 dicembre 2015 (-9%). Il pesante risultato degli utili riflette principalmente l’andamento della divisione Danni (General Insurance), interessata da due “profit warning” conseguenti al disastro di Tianjin ed ai sinistri catastrofali naturali nel Regno Unito ed Irlanda: l’utile operativo della divisione segna un calo del 71% a 864 milioni di dollari ed un peggioramento di quasi 7 punti per il combined ratio (da 96,8% a 103,6%). Il CdA proporrà la distribuzione di un dividendo invariato a 17 franchi svizzeri per azione. Dopo la risoluzione del contratto con Generali, Mario Greco entrerà in carica come nuovo CEO di Gruppo a partire dal prossimo 7 marzo

Zurich Insurance Group ha presentato oggi i dati relativi all’esercizio 2014: al termine di un anno particolarmente complesso – soprattutto nel secondo semestre – e culminato con le dimissioni del CEO Martin Senn (al quale, come noto, subentrerà a partire dal prossimo 7 marzo, Mario Greco, fresco di risoluzione contrattuale con Generali), il gruppo assicurativo elvetico ha registrato forti cali sia per quanto riguarda l’utile operativo (-37% a 2,9 miliardi di dollari) che per l’utile netto attribuibile agli azionisti (-53% a 1,8 miliardi di dollari). In flessione anche il fatturato globale, che scende dai 74,4 miliardi di dollari a fine 2014 ai 68 miliardi al 31 dicembre 2015 (-9%). I risultati complessivi riflettono principalmente l’andamento della divisione Danni (General Insurance), interessata da due “profit warning” conseguenti al disastro di Tianjin ed ai sinistri catastrofali naturali nel Regno Unito ed Irlanda: l’utile operativo del comparto segna un calo del 71% a 864 milioni di dollari.

“Si tratta di un risultato deludente – ha affermato il presidente e CEO ad interim di Zurich, Tom de Swaanche riflette gli aggiornamenti preliminari sulle attività della divisione General Insurance ed i conseguenti costi di ristrutturazione. Abbiamo già pianificato ed iniziato ad attuare azioni rigorose per migliorare la redditività che includono la dismissione o la revisione dei portafogli non redditizi, l’incremento delle efficienze nell’ambito dei costi ed un ulteriore semplificazione organizzativa. Le restanti attività continuano ad operare con profitto: sia Global Life che Farmers hanno compiuto ulteriori progressi nella realizzazione delle rispettive strategie. In considerazione delle complessità che interesseranno la divisione Global Insurance, è improbabile che il Gruppo possa raggiungere l’obiettivo 2016 di un ROE (Return On Equity, indice di redditività del capitale proprio, ndIMC) operativo del 12-14%. Zurich è tuttavia sulla buona strada per raggiungere gli altri obiettivi fissati nel piano 2014/2016”.

“Abbiamo accelerato il nostro programma di efficienze – ha aggiunto de Swaan – e ora puntiamo ad oltrepassare il precedente obiettivo di 300 milioni di dollari in riduzione dei costi entro il 2016. A livello di Gruppo, siamo a buon punto per ottenere risparmi di oltre un miliardo di dollari entro la fine del 2018. Queste efficienze saranno raggiunte attraverso l’applicazione di nuove tecnologie, lo snellimento dei processi, l’esternalizzazione e l’internalizzazione di alcune attività. Sulla base di queste misure necessarie, nello stesso arco temporale stimiamo che saranno circa 8.000 le posizioni lavorative su scala globale che ne saranno direttamente influenzate”.

“Le nostre principali priorità nel 2016 ruoteranno intorno alle attività della divisione General Insurance e alla prosecuzione delle azioni utili a posizionare il Gruppo per il 2017 e gli anni successivi. Abbiamo un eccellente team di gestione, ulteriormente rafforzato con l’arrivo di Mario Greco, che guiderà la fase di preparazione al nuovo piano strategico – ha proseguito il presidente e CEO ad interim di Zurich –. In considerazione della positiva generazione di cassa e della solida posizione patrimoniale, il Consiglio di Amministrazione proporrà la distribuzione di un dividendo di 17 franchi svizzeri per azione, invariato rispetto allo scorso esercizio”.

Per quanto riguarda le divisioni principali del Gruppo, il comparto General Insurance, come anticipato, ha registrato un calo del 71% dell’utile operativo, passato dai 2,1 miliardi di dollari di fine 2014 agli 864 milioni dell’esercizio 2015. Il solo quarto trimestre dell’anno ha segnato una perdita operativa di 120 milioni di dollari. In forte peggioramento anche il combined ratio, salito di 6,7 punti percentuali a 103,6%. Il risultato della divisione Danni, come largamente preannunciato dai due aggiornamenti preliminari rilasciati nel secondo semestre dell’anno scorso, è stato influenzato anche da una serie di sinistri di grande entità e da catastofi naturali, tra cui le gravi inondazioni che hanno colpito il Regno Unito e l’Irlanda nel mese di dicembre e le esplosioni nel porto di Tianjin del mese di agosto (con 275 milioni di dollari di perdite assicurate). Il volume dei premi lordi sottoscritti è sceso del 6% a 34 miliardi di dollari (+3% a cambi costanti).

La divisione Global Life ha invece consegnato un risultato operativo in crescita del 2% (+16% a cambi costanti) a 1,3 miliardi di dollari. La forza relativa della divisa statunitense ha offuscato il miglioramento della redditività operativa in tutti i mercati del Gruppo. Il volume dei premi lordi sottoscritti risulta infatti in calo del 9% a 29 miliardi di dollari, ma sarebbe aumentato del 6% a cambi costanti: tra i mercati maggiormente positivi, Zurich segnala Italia e Spagna – per quanto riguarda l’aumento delle vendite delle soluzione di risparmio individuali – e l’America Latina, per il collocamento dei prodotti di protezione attraverso Zurich Santander.

Il risultato operativo della divisione Farmers, infine, è sceso del 10% a 1,4 miliardi di dollari, anche a causa dei minori volumi in sede di sottoscrizione di Farmers Re.

(Video – in inglese – con il commento del presidente e CEO ad interim di Zurich, Tom de Swaan, sui risultati 2015)

Intermedia Channel


Zurich – Presentazione risultati 2015 (in inglese)

Articoli correlati
EsteroNews

Corea del sud: le assicurazioni del gruppo Samsung acquistano asset alternativi per $650 milioni

L’investimento realizzato con Blackstone Dalla Corea giunge una nuova conferma…
Leggi di più
EsteroNews

Assicurazioni aeree: il contenzioso sugli aerei bloccati in Russia potrebbe durare anni

la questione riguarda 515 aeromobili per un valore di circa $10 miliardi Una recente legge russa…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Poste Vita lancia opa su Net Insurance a 9,50 euro per azione

L’operazione è finalizzata all’acquisto del controllo di Net Insurance da parte del gruppo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.