EsteroIn EvidenzaNews

USA: In crescita esponenziale i danni per le inondazioni

Usa, l’innalzamento del livello del mare e condizioni meteorologiche estreme potrebbero causare ai proprietari di case statunitensi danni per 20 miliardi di dollari quest’anno e fino a 32 miliardi di dollari entro il 2051. La stima – riferisce Reuters – viene da una ricerca della First Street Foundation. Si confronta con un costo medio delle inondazioni che è stato di 17 miliardi l’anno tra il 2010 ed il 2018.

Usa, circa 4,3 milioni di case – concentrate in Florida, California, Carolina del Sud e Texas – hanno un rischio sostanziale di subire danni economici a causa delle inondazioni. La maggioranza non è obbligata dal governo degli Stati Uniti ad avere un’assicurazione contro le inondazioni. Ma, se tutti sottoscrivessero un’assicurazione federale, le tariffe del National Flood Insurance Program (NFIP) dovrebbero aumentare di 4,5 volte per coprire il rischio rispetto ad un premio medio attuale di $ 981. Entro il 2050 il costo della copertura – stima lo studio – dovrebbe aumentare di addirittura 7 volte. 

L’attenzione è dunque rivolta – sottolinea un lungo e  preoccupato articolo apparso sul New York Times – a ciò che farà la Federal Emergency Management Agency (FEMA), che gestisce il programma di alluvione, e che il primo aprile comunicherà i nuovi tassi dei premi. L’agenzia, subito dopo la diffusione del rapporto di First State, ha emesso un comunicato gettando acqua sul fuoco.

«Qualsiasi organismo che affermi di poter fornire informazioni sui futuri importi dei premi, è male informato e definisce aspettative del pubblico che non si basano sui fatti», ha affermato David I. Maurstad, che gestisce il programma di assicurazione contro le inondazioni per FEMA. La dichiarazione riflette il desiderio, anche per l’amministrazione Biden, di non turbare eccessivamente i proprietari di case americane e non deprimere il mercato immobiliare. Tuttavia il problema si pone. Poiché il governo federale non ha alcun controllo sulla pianificazione dell’uso del suolo o sui criteri di costruzione, che sono fissati dai governi statali e locali, il programma di assicurazione contro le inondazioni è uno dei suoi strumenti più potenti per influenzare come e dove gli americani costruiscono case.

Va anche aggiunto che Fema, per legge, non può aumentare le tariffe più del 18% ogni anno ma se la casa viene venduta – osserva il NYT – il nuovo proprietario dovrebbe pagare la tariffa intera. 

a cura della Redazione

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

Gli assicuratori europei a favore della liberalizzazione della riassicurazione in India

Rab (Insurance Europe) commenta le proposte avanzate dal regulator locale Irdai Rimangono…
Leggi di più
EsteroNews

Filippine: assicurazioni parametriche in soccorso degli agricoltori

È stata lanciata sul mercato filippino la prima assicurazione parametrica destinata al mercato…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Catastrofi naturali: i prezzi della riassicurazione all’insù del 10 per cento

La stima contenuta in un report dell’agenzia Fitch I prezzi del mercato riassicurativo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.