EsteroIn EvidenzaNews

GB: le PMI si appellano ai regulator contro i prezzi troppo alti della Rc professionale

Nell’ultimo anno il 60% della imprese ha sperimentato aumenti dei premi

La metà della PMI pagato le coperture l’11% in più ma per alcune il conto è stato molto più salato

La federazione nazionale britannica dei lavoratori autonomi e delle PMI (FSB) si appella alle authority per calmierare i prezzi delle assicurazioni sulla responsabilità civile professionale. A giudizio della FSB che ha appena pubblicato un report sul tema – si legge su Insurance News – la Financial Conduct Authority (FCA) dovrebbe collaborare con il governo britannico e gli assicuratori per rimuovere gli ostacoli per le PMI dopo che il 60% delle piccole e medie imprese britanniche ha visto aumentare i premi assicurativi nell’ultimo anno.

La metà ha dichiarato che l’aumento è stato pari o superiore all’11%, mentre alcune imprese hanno subito aumenti dei costi molto più elevati, soprattutto in seguito a un sinistro.

“Le nostre raccomandazioni contribuiranno a rendere l’accesso all’assicurazione più facile e conveniente per le piccole imprese, consentendo loro di essere sicure che, pagando un premio, riceveranno in cambio un prodotto di qualità, adatto alle esigenze specifiche della loro azienda”, ha dichiarato il presidente nazionale dell’FSB Martin McTague.

Secondo l’FSB, la FCA dovrebbe essere esplicitamente tenuta a prendere in considerazione un intervento nel caso in cui un segmento o un settore di imprese non sia in grado di assicurarsi.

L’FSB chiede inoltre che i requisiti di assicurazione Rc professionale per gli appalti pubblici siano “proporzionati alle dimensioni dell’appalto” e che il sostegno del governo sia preso in considerazione quando gli assicuratori calcolano le richieste di assicurazione contro l’interruzione dell’attività.

“La copertura per rischi di ogni tipo – dagli incendi alle inondazioni, fino a pericoli meno tangibili – è vitale per la capacità delle piccole imprese di continuare a operare, ma il nostro rapporto indica che ci sono problemi in agguato sotto la superficie che, se non affrontati, potrebbero ostacolare ulteriormente la capacità delle piccole imprese di competere su un piano di parità”, ha dichiarato McTague.

I contratti lunghi e complessi rappresentano inoltre una difficoltà per le piccole imprese che non dispongono di “un intero reparto dedicato a decifrare il linguaggio giuridico”, e rischiano di far credere ai clienti delle piccole imprese di aver acquistato polizze adeguate quando “in realtà non è così”.

Leggi anche Crescono le pmi europee dotate di un piano d’azione esg

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

Giappone: nel 2021 risultati tecnici in forte miglioramento per le compagnie danni

I profitti operativi hanno raggiunto i 310 miliardi di yen La raccolta netta aggregati si è…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

GB: i Lloyd’s investigano su possibile attacco cyber

Il mercato londinese è stato uno dei principali sostenitori delle sanzioni contro la Russia I…
Leggi di più
EsteroNews

India: Irdai approva piattaforma on line per quotare le polizze vita e danni

Bima Sugam avrà come azionisti le compagnie che partecipano al circuito Il regulator…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.