In EvidenzaNews

Federacma torna sull’assicurazione dei macchinari agricoli nelle aree private

“Ad oltre 5 mesi dall’impegno bipartisan, risolto con un emendamento proposto dal ministro dell’Agricoltura, Francesco Lollobrigida, e a un mese dalla pubblicazione del DL Agricoltura, con i relativi emendamenti relativi proprio all’assicurazione, siamo ancora in attesa di essere convocati del Ministero dei Trasporti per dirimere la questione su come adempiere al nuovo obbligo comunitario di assicurare i mezzi agricoli anche nelle aree private”, afferma in una nota Andrea Borio, presidente di Federacma, Federazione Confcommercio delle associazioni nazionali dei rivenditori di macchine agricole e da giardinaggio, che insieme ad altre sigle aderenti a Confcommercio, sollevò la questione ad inizio anno. Alla luce di questo lungo periodo di sospensione dove tutto è ancora poco chiaro, Borio sostiene che è “assolutamente necessario prevedere in sede di conversione del Dl Agricoltura una proroga sino a fine anno come avevamo, del resto, richiesto sin da principio”.

L’obbligo di assicurazione anche per i mezzi agricoli privati era stato inserito all’interno del decreto legislativo 22 novembre 2023, n. 184, pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 23 dicembre (facendo seguito alla Legge 4 agosto 2022, n. 127 con cui l’Italia ha recepito la Direttiva comunitaria).

La disposizione normativa prevede che tutti i veicoli e i mezzi agricoli (ad esclusione delle macchine operatrici che non sono semoventi ma devono essere trasportate) devono essere assicurati, in forma singola o cumulativa, ovunque si trovino, anche in aree private, che siano campi o piazzali dei dealer non fa differenza. Per i soli mezzi agricoli, grazie al Dl Milleproroghe, l’obbligo è stato posticipato a partire dal primo luglio.

“Il nuovo obbligo normativo coinvolge almeno 3 milioni di veicoli e oggi non vi sono assicurazioni disponibili che possano contemplare i casi della disposizione”, aggiunge Borio. “Auspichiamo vivamente che vi sia convergenza politica nella conversione del DL Agricoltura e vengano approvati gli emendamenti parlamentari, da noi ispirati, che prevedono la proroga dell’obbligo assicurativo sino a fine dicembre. In caso contrario, si verificherebbe una situazione paradossale di difficile risoluzione”.

a cura di Vincenzo Giudice

Leggi anche Il Masaf taglia i fondi per le polizze delle imprese agricole

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

Catastrofi naturali: danni economici per 128 miliardi nel primo semestre 2024

I risarcimenti degli assicuratori stimati da Gallagher Re intorno ai $61 miliardi L’attenzione…
Leggi di più
EsteroNews

Egitto: diventata legge la polizza anti divorzio obbligatoria

La polizza assicurativa contro il rischio di divorzio non ha un importo specifico, poiché è…
Leggi di più
News

Life 5 sperimenta la settimana corta

La insurtech spagnola, da poco attiva in Italia in collaborazione con Allianz Global Life, ha…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.