Opinione della Settimana

Zurich Italia e lo smart working: «Diminuiscono le richieste di permessi e ferie. E si riduce l’assenteismo»

Zurich Italia - Sede di Milano (2) Imc

(Fonte: Corriere della Sera Milano)

Deborah Trapani, grazie al progetto di smart working della sua azienda, Zurich (nella foto, la sede italiana di Milano), è rientrata in ufficio full time. «Riesco a conciliare molto meglio gli impegni familiari dei miei figli con quelli lavorativi — spiega —. Poter lavorare due volte alla settimana da casa aiuta molto se hai una famiglia». Lo strumento che Zurich ha dato a tutti i dipendenti, anche coloro che hanno scelto di non aderire al lavoro agile, è il laptop con telefono incorporato che diventa il proprio ufficio: «Da casa o da qualunque altro luogo è come avere la tua azienda sempre vicino», aggiunge Deborah.

Nel primo anno di smart working ha aderito il 70 per cento dei 1.300 dipendenti. Metà ha scelto di lavorare da casa un giorno alla settimana, l’altra metà due.

E crolla il mito della scrivania e del telefono fisso. «Non c’è più la postazione assegnata — spiega Federica Troya, responsabile Human Resources di Zurich in Italia. Sono stati ridisegnati gli spazi, le aree comuni, dove le persone possono recarsi, fare riunioni, collaborare». Ognuno ha una cuffia telefono con la quale collegarsi da qualsiasi luogo desideri, anche lo spazio cucina e l’area living. La sera, laptop, mouse e cuffie sono riposti in minuscoli e funzionali armadietti. Zurich ha introdotto la flessibilità oraria, che è poi rimasta, con l’Expo. Quest’anno ha aderito al progetto «Adotta un’impresa», che consente alle aziende che hanno già avviato forme di lavoro agile di offrire la propria competenza ad altre aziende. «Adotteremo una o più imprese per facilitare lo sviluppo del dynamic working al loro interno».

I risultati di chi ha scelto di interpretare le reali esigenze di chi lavora, «puntando sull’innovazione come chiave di crescita», ci sono: «Osserviamo una progressiva riduzione dell’assenteismo, del numero di giorni di permessi e di ferie presi per accudire la famiglia», conclude la dottoressa Troya.

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.