EsteroIn EvidenzaNews

Russia: Ingosstrakh rigetta le accuse e annuncia battaglie legali

Dopo l’annuncio del Regno Unito di circa 50 nuove sanzioni contro la “macchina da guerra” di Vladimir Putin la scorsa settimana, la compagnia assicurativa russa Ingosstrakh Insurance Company sta esaminando le strade da intraprendere, comprese possibili azioni legali, per contestare la sua inclusione. Lo scrive Insurance Business precisando che, quando le sanzioni sono state rese pubbliche, il governo britannico ha commentato: “I nuovi obiettivi includono le navi della flotta ombra di Putin, le istituzioni nel cuore del sistema finanziario russo e i fornitori che sostengono la produzione militare russa. Queste nuove sanzioni, annunciate mentre il Primo Ministro partecipa al vertice dei leader del G7 in Italia, influiranno sulla capacità della Russia di finanziare ed equipaggiare la sua macchina da guerra e dimostreranno il fermo sostegno del Regno Unito all’Ucraina”.

Tra i sanzionati ci sono fornitori di munizioni, macchine utensili, aziende di microelettronica, logistica o altre forniture; entità collegate al sistema finanziario russo; e gruppi che operano o sostengono i settori russo del gas naturale liquefatto e del nucleare civile.

Ingosstrakh, che fornisce assicurazioni marittime, è l’unico assicuratore nella nuova lista. Nei suoi confronti – ha rimarcato una nota di Bloomberg – “le sanzioni sono notevoli perché è un importante fornitore di copertura per la flotta commerciale che trasporta petrolio russo, sostituendo in gran parte gli assicuratori con sede nel Regno Unito e in Europa”. Il fatto è che, secondo la compagnia russa, le punizioni sono anche ingiuste. Ingosstrakh sta lavorando per ottenere la revoca delle sanzioni e, in una dichiarazione inviata a Reuters, l’assicuratore ha dichiarato: “Le ragioni relative alle sanzioni OFSI (Office of Financial Sanctions Implementation) su Ingosstrakh non ci sono chiare poiché Ingosstrakh opera nel rigoroso rispetto di tutta la legislazione applicabile e segue tutte le dovute procedure di conformità. Chiederemo chiarimenti con la possibilità di contestarli legalmente”.

Ad oggi, nell’ambito del regime di sanzioni nei confronti della Russia, il Regno Unito ha sanzionato più di 2.000 individui ed imprese. Sulla base dei dati del 2021, oltre 20 miliardi di sterline del commercio bilaterale Regno Unito-Russia sono ora soggetti a sanzioni totali o parziali.

Leggi anche GB: sanzioni a Ingosstrakh- per coperture alla flotta Ombra Russa

Articoli correlati
EsteroNews

Usa: Beryl non ha avuto un impatto tale da cambiare la direzione del mercato nat cat, dice WSJ

La società di rating AM Best ha osservato in un rapporto che il recente “hard market” della…
Leggi di più
Il MegafonoIn EvidenzaNews

L’ostacolo all’innovazione assicurativa? Sono le regole

Riccardo Sabbatini Normalmente, quando ci si interroga sulla mancanza di innovazione (spesso anche…
Leggi di più
EsteroNews

GB: le polizze di Direct Line andranno sui comparatori web

Finora la compagnia ha sempre venduto i contratti del suo marchio principale soltanto sul proprio…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.