In EvidenzaInnovationNews

Salute e benessere: un ruolo ampliato per gli assicuratori

Nello schema elaborato per la valutazione della maturità digitale delle compagnie di assicurazione, sono illustrate tre possibili finalità nell’applicazione delle innovazioni tecnologiche all’offerta esistente: quella di rafforzare la qualità intrinseca, in termini ad esempio di rendere più semplice e immediata la prestazione, quella di ampliare la gamma dei servizi associati alla prestazione stessa, quella di migliorare la fruibilità e l’accesso da parte della clientela.

Nel comparto delle prestazioni che il mondo assicurativo sta introducendo, grazie alla tecnologia, nel settore della salute e del benessere sono presenti tutte queste finalità con una prevalenza, tuttavia dei nuovi servizi, sdoganati anche dall’esperienza vissuta a seguito del Covid-19.

Infatti, se da una parte si sono sviluppati i servizi di prestazione a distanza, dall’altra si è accentuata la ricerca di benessere in un contesto di maggiore attenzione alle proprie esigenze di vita.

Nel frattempo, le ricerche mediche hanno rivelato l’importanza dell’epigenetica, ovvero della interazione con l’ambiente che ci circonda, consigliando alle persone di adottare uno stile di vita più sano: cura dell’alimentazione, esercizio fisico, sonno rigenerante e una attiva vita sociale si dimostrano sempre più importanti per la salute. In particolare, la sana alimentazione è spesso indicata come la prima “medicina” per prevenire le patologie più diffuse nelle società avanzate.

In questo contesto si sono sviluppate nuove applicazioni che aiutano le persone ad adottare uno stile di vita più sano. Facciamo qualche esempio:

  • Dacadoo è una impresa innovativa nata in Svizzera che propone la “Ruota della Vita”, ovvero un insieme di pratiche quotidiane la cui efficacia è poi sintetizzata in un “punteggio salute” denominato “Health Score”. L’applicazione si basa su ricerche cliniche e si rivolge alle compagnie di assicurazione che vogliono mettere a disposizione dei clienti uno strumento utile alla prevenzione e valutare collettivamente (in forma anonima) la qualità del loro portafoglio di assicurati. Sulla stessa linea, ma con funzionalità diverse si pone anche AktivoLabs, basata a Singapore.
  • Binah.ai è invece una start up israeliana che è capace di rilevare alcuni parametri vitali della persona che si “specchia” nella telecamera del proprio cellulare. La cosa che sorprende è che gli sviluppi in corso consentirebbero di rilevare informazioni su parametri vitali oggi oggetto di misure complesse.
  • Ci sono poi alcune società negli Stati Uniti che hanno sviluppato e implementato dei sistemi invasivi, come il Continuous Glucose Monitoring, che consentono di misurare l’impatto nel continuo dei picchi di glucosio, ritenuti da alcuni ricercatori come una delle cause dei processi di infiammazione e del degrado del tessuto cellulare
  • Infine, mi piace sempre ricordare Mediktor, che oltre ad offrire i servizi di consulto di medici a distanza, servizi che si stanno diffondendo anche in Italia grazie ad alcune lungimiranti compagnie e società di assistenza, permettono al cliente di accedere ad una prima autodiagnosi di molte semplici patologie tramite la descrizione dei sintomi in “linguaggio naturale”, grazie alla sua base informativa e all’utilizzo dell’intelligenza artificiale

Infine, cresce è in aumento la domanda di sostegno per il benessere mentale:

  • da un lato, ci sono le condizioni nuove in cui le persone si sono venute a trovare a seguito della pandemia e delle altre catastrofi cui stiamo assistendo. Isolamento sociale, lavoro a distanza spesso in ambienti familiari inadatti e preoccupazione per la situazione dell’ambiente, per i conflitti e per l’aumento dei costi della vita
  • dall’altro, c’è l’esigenza di rivedere i propri obiettivi alla luce dei condizionamenti cui si è sottoposti  di natura economica e sociale. Ad esempio, il costante confronto con una vasta platea di “altri”, che descrivono sui social media le loro esperienze straordinarie. Ricordo che la constatazione di migliori condizioni di vita degli “altri” è stata identificata come importante fonte di tristezza e frustrazione nelle ricerche sociali

Le società più innovative nell’ambito dei servizi sanitari confermano questa forte crescita dei servizi di “mental health” ( salute mentale).

D’altra parte, giganti della tecnologia come Amazon e Apple, vedono nel mondo della salute e nel suo patrimonio di dati biologici un’area prioritaria di sviluppo della loro attività.

Ricordiamo, ad esempio, l’acquisizione da parte di Amazon con un investimento di quasi 4 miliardi di dollari di One Medical, una rete di cliniche americane che offrono sia servizi in presenza che a distanza che ha come clienti oltre 8000 società e i loro collaboratori.

Gli intermediari di assicurazione e le compagnie sono idealmente posizionati per servire i loro clienti e per proteggere il loro benessere psico-fisico. In un momento come l’attuale è indispensabile che occupino questo spazio. La gestione dei rischi della famiglia e la protezione e la cura delle persone sono uno dei modi più nobili di esprimere il valore della nostra professione.

A fronte delle nuove offerte delle compagnie, che si moltiplicano, occorre mobilizzare la comunicazione a favore del cliente per far conoscere i servizi che possono essere acquistati nell’ambito delle polizze per la famiglia, gli infortuni e la salute.

In un contesto dove andare al pronto soccorso può significare aspettare ore per essere curati, prenotare una visita specialistica pubblica può dare luogo a tempi di attesa lunghi e alcune cure sono difficili da ottenere in strutture “invase” da malati Covid-19, la tecnologia non è la risposta, ma può costituire una prima soluzione di immediata applicazione per superare alcuni di questi ostacoli concreti.

Per le compagnie è importante collaborare con fornitori di soluzioni interne, per gli agenti e i broker far conoscere i nuovi strumenti a disposizione dei loro clienti

In un momento, purtroppo, dove i rischi diventano sempre più importanti e pervasivi, la professione assicurativa assume un ruolo sociale di sempre maggiore rilevanza.

a cura di Massimo Michaud

Leggi anche Il metaverso come acceleratore del cambiamento

Articoli correlati
EsteroNews

Catastrofi naturali: Verisk stima perdite annuali di molto superiori ai $ 100 miliardi

Nel 2022 attese perdite per $126 miliardi L’incremento dei risarcimenti dovuto più…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

GB: FCA chiede agli assicuratori di non vendere componenti aggiuntivi delle polizze non necessari

L’invito fa parte di una moral suasion dell’authority per punta a aiutare gli assicurati in un…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Blackrock: sempre più investimenti private e ESG nei bilanci degli assicuratori

Il gruppo di asset management ha intervistato 370 investitori assicurativi con asset in gestione per…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.